Emergenza idrica? Sindaco e amministratori acquistano autobotte a proprie spese

Acquedolci – Emergenza idrica nel comune di Acquedolci, il neo sindaco Alvaro Riolo ed alcuni amministratori acquistano a proprie spese un’autobotte.

Tra le criticità da affrontare per il primo cittadino Riolo, eletto lo scorso 11 giugno, con il 62 per cento delle preferenze,  spicca la grave crisi idrica, che da mesi attanaglia la città. “Affrontare le emergenze con prioritá assoluta entro l’estate- afferma Riolo- le sorgenti che alimentano l’acquedotto si sono ridotte, a causa della siccità e delle scarse piogge cadute.

Alcune falle sono state individuate nella rete idrica, la nuova amministrazione è  impegnata a riportare l’acqua nei rubinetti delle case e si sta adoperando per l’effettuazione di una ricognizione e manutenzione dei pozzi presenti sul territorio”. Intanto per alleviare i disagi dei cittadini il nuovo sindaco e la sua squadra hanno acquistato un’autobotte per l’approvvigionamento  idrico delle famiglie richiedenti, nelle zone particolarmente colpite dalla penuria d’acqua .

Una serie di iniziative sono state poste in essere già all’indomani dell’insediamento del primo cittadino, tra le quali la sostituzione di pompe di sollevamento logore e partizioni non funzionanti. Segnali incoraggianti, accolti di buon grado dalla comunità, che spera di risolvere l’emergenza. Sarebbero inoltre stati avviti iter per interventi sull’acquedotto e per l’acquisto di un pozzo. “ Basta con le polemiche elettorali- afferma Riolo- adesso le parole d’ordine sono: partecipazione, pacificazione e  risoluzione delle emergenze”.

Ieri si è svolta la prima adunanza dell’assemblea cittadina, durante la quale è stata eletta ( 8 voti favorevoli e tre schede bianche) presidente del consiglio Valeria Maria Rubuano, la quota rosa più votata con 518 preferenze, e prima donna nella storia politica della città a ricoprire la carica, vice presidente Monica Fiocco.  Nei giorni scorsi Il sindaco Alvaro Riolo aveva designato tre assessori: Salvatore Oriti, Nicolina Pulvirenti e Giuseppe Reitano.  Al cardiologo Oriti, sono state conferite le deleghe di vicesindaco, Rapporti con istituzioni sovracomunali, Emergenze idriche e dei rifiuti, Territorio, Ambiente, Agricoltura e parco dei Nebrodi, Beni Culturali e Patrimoniali, Bilancio e Ecologia.  Alla quota rosa Pulvirenti attribuite le deleghe: Servizi Sociali, Assistenza al cittadino, Disabilità, Immigrazione e Integrazione, Sanità, Protezione Civile, Politiche Giovanili, Volontariato, Servizio Civile, Pubblica Istruzione, Famiglia e Servizi Demografici. Unico esterno Reitano, al quale sono andate le deleghe: Sport, Turismo, Spettacolo, Commercio, Artigianato, Attività Produttive ed Associazionismo.

Print Friendly, PDF & Email



Articoli Correlati

Close