98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Un anno fa le fiamme bruciarono la sua attività. Oggi si rinasce grazie alla solidarietà

Motta d’Affermo – La falegnameria distrutta di Nino Lipari ritrova splendore grazie alla solidarietà di tantissime persone soprattutto di un falegname più vecchio, Benedetto Timpanaro che ha donato il luogo al giovane collega dove oggi sorge la nuova attività.

Di seguito ecco come fu ridotta dalle fiamme l’attività di Nino Lipari oggi rinata grazie alla solidarietà.

Un anno fa l’incendio che mise in ginocchio la comunità. Era il 16 giugno del 2017 quando fiamme e fumo circondarono il piccolo centro nebroideo.

Impossibile dimenticare quell’inferno. Il forte vento di scirocco, il caldo afoso, un 47enne finito in ospedale con ustioni gravi, un altro intossicato, attività e fabbriche distrutte e una falegnameria incenerita. Motta d’Affermo si è subito rialzata, ferita ma determinata. Carabinieri, forestale, vigili del fuoco, protezione civile, croce rossa e decine di volontari. Diverse furono le famiglie costrette a lasciare le case, assediate dalle fiamme.

Quello che resta è la solidarietà e la generosità di tutta la comunità che si è stretta in un abbraccio collettivo di aiuto reciproco. Il consiglio comunale, sindaco era Nunzio Marinaro, deliberò la richiesta di calamità naturale per i danni immani causati.

Continua a leggere altre notizie su
Motta d'Affermo