98zero

Nulla osta del sindaco per il campo ma l’Asd Caronia gioca a S. Stefano

Caronia – Una stagione vissuta fuori casa per la squadra che milita in terza categoria, l’amministrazione adesso “apre il campo” ma le partite che restano saranno a porte chiuse. La Asd Caronia calcio non ci sta.

Il via libera è arrivato ma con tanti se e ma.

A tre giornate dalla fine del campionato l’Asd Caronia può utilizzare il campo di contrada Trapesi, ma solo se è presente un medico designato, le partite possono essere disputate, ma a porte chiuse, senza pubblico “per ragioni di sicurezza”.

La tribuna in cemento armato, infatti, risulta inagibile per problemi strutturali. L’impianto, comunque, non è dotato di parere di agibilità e il comune “declina” ogni responsabilità per utilizzo.

La risposta della società è affidata ad un comunicato firmato della dirigenza e pubblicato sulla pagina social.

“L’asd Caronia calcio utilizzerà l’impianto per i soli allenamenti come, del resto, possono fare liberamente tutti i cittadini che lo desiderano – si legge – continuerà a giocare le gare in casa a Santo Stefano, sostenendo delle spese accessorie, per consentire al pubblico di assistere.

I pochi sforzi fatti dall’amministrazione, la sola messa a norma dell’impianto elettrico, risultano vani – si legge ancora –  quasi tutti i campi in cui sono state disputate le partite fuori casa sono in condizioni peggiori del nostro ma, inspiegabilmente, risultano idonei a disputare regolari gare in casa”.

Questo vale per il presente, ma per il futuro la dirigenza “confida in un impegno più concreto, così come dichiarato verbalmente dal sindaco e dagli assessori, visto che in questo momento ci sono impegni ben più importanti a cui pensare”.

Continua a leggere altre notizie su
Caronia