98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Come non detto, l’acqua è “utilizzabile”.

Caronia – Con l’ordinanza n.54 del 13-03-2017, firmata dal sindaco D’Onofrio, l’acqua torna “utilizzabile per uso umano (preparazione alimenti) e per usi domestici (pulizia igiene personale)”.

Il sindaco D’Onofrio ha revocato l’ordinanza n.44 del 22-02-2017, che aveva emesso per vietare ogni utilizzo dell’acqua. In 20 giorni la situazione è radicalmente cambiata.

Perché?

L’amministrazione comunale ha agito su due piani, nel breve periodo e nel lungo periodo.

Intanto, è stato riparato il cloratore del serbatoio comunale, guasto da anni, e ciò ha permesso di riequilibrare il cloro. Ad una ditta di Agrigento è stato affidato l’incarico di gestire l’autocontrollo per conto del comune, eseguirà 8 controlli l’anno. Il primo lo ha già fatto il 1 marzo 2017e i risultati, confermati poi dalle analisi dell’Asp 5 di Messina il 7 marzo 2017 nel serbatoio Trapesi, Via Orlando e contrada Ricchiò, hanno portato ad emettere l’ordinanza che autorizza a riutilizzare l’acqua.

Verrà installato nei prossimi giorni un filtro che terrà a regime la torbidità dell’acqua e saranno montati dei meccanismi di clorazione automatica che garantiranno nel tempo i risultati ottenuti e li miglioreranno.

Per l’amministrazione comunale guidata dal sindaco D’Onofrio la conferma che “quanto da sempre sostenuto corrisponde a verità”.

A scatenare la “guerra dell’acqua” è stato il Movimento Giovani per Caronia che, a colpi di denunce e segnalazioni, ha scritto anche a Striscia la Notizia che qualche giorno fa ha inviato a Caronia Stefania Petyx.

Il servizio non è ancora andato in onda è già tutto è tornato alla normalità, l’acqua “non fa male”. Magistro e compagni avevano anche parlato di dermatiti causate dall’acqua, ma il sindaco D’Onofrio ha ribadito di non aver mai ricevuto nessun tipo di segnalazione, neanche per conoscenza, di infezioni o patologie.

“L’acqua dal punto di vista chimico è stata sempre perfetta – afferma il primo cittadino – ora lo è anche dal punto di vista microbiologico come certifica l’ordinanza che ho emesso. Faremo un monitoraggio costante, in regime di autocontrollo, con filtri e meccanismi di clorazione automatica. Una cosa mai fatta dalle precedenti amministrazioni”.

Continua a leggere altre notizie su
Caronia