98zero

Il dramma “Un matrimonio infelice” in ricordo della Festa delle Donne

Frazzanò – Verrà rappresentato Domenica 12 Marzo 2017 alle ore 18:30, presso la Sala Sociale, il dramma “Un matrimonio infelice” di Rosa Balistreri con l’interpretazione di Oriana Civile.

La rappresentazione di “Un matrimonio infelice” vuole rendere omaggio a tutte le donne, in occasione della loro Festa, e la messa in scena del dramma viene curata dall’Associazione socio-culturale “Gioventù Frazzanese” e con il patrocinio del Comune di Frazzanò.

La scelta di Oriana Civile di rappresentare questo spettacolo è un invito a celebrare la ricorrenza della Festa delle donne più che a festeggiarla, ricordando che tra gli scopi di questa giornata non ci sono il consumismo e la glorificazione di finte libertà. Questa storia serve anche a combattere la società di oggi, che in molti casi considera la donna una proprietà privata.

“Un matrimonio infelice” canta e racconta una storia vera: la vicenda di Maria, sorella della stessa Rosa, brutalmente uccisa a coltellate dal marito Angelo, uomo violento e dedito al gioco. E’ una cantata piena di sentimento, di pathos e di dolore per una vicenda tragica, che ha segnato un’intera famiglia, è una ballata struggente e piena di tristezza, ma vuole anche essere un avvertimento, affinché episodi di questa violenza non debbano ripetersi.

Oriana Civile riesce a interpretare un tema così delicato e intriso di dolore con l’eleganza e la semplicità, che la contraddistingue sempre nei suoi spettacoli. Con “Un matrimonio infelice” la Civile, inoltre, vuole lanciare un messaggio forte a tutte le donne che subiscono anche soprusi. Le donne devono cercare di ribellarsi a ogni forma di violenza sia fisica che mentale e devono avere il coraggio di denunciare i propri aggressori.

Il dramma “Un matrimonio infelice” verrà rappresentato anche al Teatro Ditirammu di Palermo l’8 Marzo e l’appuntamento frazzanese assume dunque una valenza ancora più importante a livello regionale.

Continua a leggere altre notizie su
Frazzanò