98zero

La maggioranza, sui debiti serve “un tavolo d’intesa”.

Caronia  – Dopo il comunicato dell’opposizione, i consiglieri che sostengono D’Onofrio, ricordano quanto fatto e chiedono ai colleghi un “lavoro comune certo e sicuro”.

Botta e risposta.  La situazione debitoria del comune di Caronia infiamma il dibattito politico ed amministrativo. L’opposizione accusa l’amministrazione di “perdere tempo” e dirama un documento pubblico per “fare chiarezza”.

La replica del gruppo di maggioranza “Impegno per Caronia” non si fa attendere e parte dall’assenza, che ha causato “stupore e meraviglia”, del gruppo di minoranza, Criscì, Petrulli, Mazzara e Riccardi, alla riunione dello scorso 24 febbraio “concordata con il capogruppo” Petrulli, per discutere della situazione.

“Apprezziamo l’impegno dell’opposizione nella segnalazione dei problemi inerenti la nostra comunità – scrivono – Santina Abate, Giuseppe D’Onofrio, Sebastiano Giletto, Giuseppe Lombardo, Rosa Manetto, Marco Spinnato e Francesca Vitale – crediamo sia indispensabile un tavolo di intesa. I debiti devono essere discussi da tutti i consiglieri, sia di maggioranza che di minoranza”. E precisano “procedere o no al riconoscimento dei debiti fuori bilancio spetta al consiglio e non alla giunta”.

I firmatari ricordano che “tutti i problemi sollevati dal gruppo di opposizione Caronia nel cuore sono stati tempestivamente presi in esame. Dallo sversamento di liquami in contrada Sant’Anna, allo scuola bus garantito fino a quando la situazione debitoria lo ha permesso, alla potabilità dell’acqua pubblica, è stata appaltata la gara per la messa in opera del sistema di filtraggio e per garantire esatta e sicura clorazione, al sistema della democrazia partecipata alla sicurezza del plesso scolastico”.

Insomma, un appello all’unità perché si affronti una situazione che incatena l’azione amministrativa.

“Confidiamo in una vostra riflessione – concludono Abate, D’onofrio, Giletto, Lombardo, Manetto, Spinnato e Vitale – e ribadiamo che lavoreremo per perseguire l’obiettivo della risoluzione debitoria dell’ente nel più breve tempo possibile”.

Intanto il presidente del consiglio Santina Abate ha annunciato per i prossimi giorni la convocazione di un consiglio comunale, ordine del giorno, i debiti.

Continua a leggere altre notizie su
Caronia