Via al concorso “Tusa nero su bianco”

Tusa – Per partecipare bisogna realizzare un video/corto che attraverso brevi interviste su specifici temi, renda conto delle particolarità degli stili di vita, delle abitudini e del passato della comunità di Tusa.

“Tusa nero su bianco” non è solo il nome del concorso ma è anche quello dell’associazione che lo propone. L’idea di base è il recupero del patrimonio immateriale della cittadina “nucleo di autentica ruralità mediterranea”.

Le aree tematiche sono: identità, usi e costumi, famiglia, emozione alimentazione. L’intento è di riscoprire e valorizzare il patrimonio storico, culturale e ambientale del paese attraverso un confronto generazionale.

Un corto che racconti quel complesso di abitudini, usi, modalità di relazione, espressione linguistiche che caratterizzano la comunità tusana e definiscono l’identità del territorio.

L’iscrizione al concorso è gratuita, la scadenza è il 19 febbraio, e può essere effettuata seguendo la procedura guidata sul sito www.tusanerosubianco.it/contestvideo. Possono partecipare tutti coloro che non hanno compiuto 30 anni di età, semplicemente registrandosi ed inserendo il proprio progetto entro e non oltre il 19/02/2017.

A valutare il corto migliore una giuria composta da un rappresentante del progetto, un esperto in comunicazione multimediale, un videomaker professionista e un rappresentante dell’amministrazione comunale.

L’origine è un concorso letterario che “nei primi anni 2000”, nasce su un progetto di Alfonsina Bellomo e Daniela Tasca. L’’interesse dell’associazione si è poi focalizzato sulla storia e le storie del paese nella convinzione che, “salvando la memoria di luoghi e persone, il passato converge fluidamente nel presente e genera un binomio rivitalizzante”.

Anno dopo anno si arriva al contest di oggi, “così si contrasta il pericolo di perdita identitaria causato dall’influenza negativa di certi media e dall’appiattimento culturale della nostra epoca.

 

Print Friendly, PDF & Email



Articoli Correlati

Close