98zero

Approvato progetto di fattibilità per la scuola di Contrada Capita

Sant’ Agata Militello – La giunta comunale santagatese ha approvato in linea amministrativa il progetto di fattibilità per la scuola di contrada Capita.

Lo annuncia  il sindaco Carmelo Sottile: “L’esecutivo  ha preso in esame ed esitato il progetto di fattibilità tecnica ed economica, redatto dall’architetto Carmelo Gambadauro, relativo ai lavori di ristrutturazione, ampliamento, adeguamento sismico ed abbattimento barriere architettoniche negli edifici destinati a scuola elementare, media e materna di Capita, il cui importo complessivo è pari 860 mila euro , dei quali oltre 560 mila euro per lavori ed oneri per la sicurezza e, quasi 300 mila euro per somme a disposizione dell’amministrazione”.

Viene dato così il via all’iter indispensabile ad ottenere il finanziamento necessario, pari 860 mila euro, partecipando al bando pubblico “10.7.1” destinato agli “Interventi di riqualificazione degli edifici scolastici” per il 2014/2020. Nell’immediato l’amministrazione comunale intende richiedere l’erogazione delle somme per la redazione del progetto all’interno del “Fondo di rotazione in favore degli enti locali”. “Un ulteriore ed importante tassello” – dichiara l’assessore ai Lavori Pubblici, Giuseppe Puleo — che va ad aggiungersi agli investimenti fatti, ai finanziamenti ottenuti ed ai lavori già consegnati in relazione a gran parte delle strutture scolastiche della nostra città, a dimostrazione del fatto che l’amministrazione Sottile ha sempre dato priorità assoluta alla riqualificazione e messa in sicurezza degli edifici scolastici a tutela dell’incolumità dei bambini e dei ragazzi, e per garantire loro la migliore vivibilità nell’ambiente-scuola”.  La giunta municipale ha inoltre aderito all’iniziativa promossa dal ministero del Lavoro e delle politiche sociali, “Carta della Famiglia.” Il decreto ministeriale stabilisce che la “Carta” venga rilasciata sul territorio comunale ai nuclei familiari numerosi e con reddito Isee non superiore ai 30 mila euro. L’iniziativa consentirà alle famiglie numerose e bisognose l’accesso a sconti sull’acquisto di beni di consumo o servizi, ovvero a riduzioni tariffarie concessi dai soggetti pubblici o privati che intendano aderirvi . Attraverso un apposito avviso pubblico, predisposto da Giovanni Amantea, responsabile dell’area Infrastrutture e Politiche sociali, verranno ricercate sul territorio le aziende disposte a praticare gli sconti collegati alla Carta della Famiglia, senza maggiori o nuovi oneri per la finanza pubblica. Con la stessa delibera, è stato dato altresì dato mandato alla responsabile dell’area Tributi, Giuseppina Smiriglia, di valutare la possibilità di inserire negli appositi regolamenti riduzioni di tariffe a favore dei beneficiari della Carta, in ordine alla fornitura di acqua e la raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi.

Continua a leggere altre notizie su
Sant'Agata M.llo