Delineate le strategie del progetto “Nebrodi Albergo Diffuso”

Mirto – Si è svolto ieri sera, presso la Sala delle Capriate del Museo del Costume e della Moda Siciliana, il forum di lancio dell’Associazione del progetto “Nebrodi Albergo Diffuso”.

L’incontro è stato molto interessante e ha permesso di delineare l’organizzazione delle strategie e il conseguente sviluppo del progetto “Albergo Diffuso”.

Hanno preso parte al forum i responsabili del progetto “Albergo Diffuso” Dott. Vincenzo Cordone e Dott. Carlo Giuffrè, alcuni degli Amministratori dei dieci Comuni inseriti nell’iniziativa, tra cui il Sindaco di Capri Leone (Comune capofila del progetto) On. Bernadette Grasso, il Sindaco di Mirto Maurizio Zingales, il Sindaco di Longi Dott. Alessandro Lazzara, il Sindaco di Galati Dott. Nino Baglio, l’Assessore alla Cultura e al Turismo di Frazzanò Dott. Marco Imbroscì, il Sindaco di S. Marco d’Alunzio Arch. Dino Castrovinci, il Vice-Sindaco di Ucria Dott. Rosario Scalisi e anche il Presidente dell’Associazione dell’Albergo Diffuso Luca Livoti e alcuni dei proprietari che forniranno le proprie case.

Il Dott. Vincenzo Cordone ha spiegato le caratteristiche dell’Albergo Diffuso e si è soffermato sulla nascita dell’Associazione. Essa deve avere un nocciolo duro al suo interno, che possa promuovere il progetto, e poi bisogna appoggiarsi esternamente a chi fa questo lavoro di professione. Si devono fornire servizi a 360 gradi, attraverso una promozione dei luoghi e anche effettuare interventi strutturali, già previsti nell’accordo di programma che i Sindaci dei 10 paesi coinvolti avevano firmato, per dare vita al progetto di ospitalità diffusa. La prima cosa da fare è organizzare nell’Associazione fin da subito un gruppo di lavoro e bisogna assegnare ad ognuno dei suoi membri un compito preciso; il passo successivo è creare dei pacchetti turistici da vendere sul mercato. Infine il Dott. Cordone ha annunciato che dalla prossima settimana sarà attivo un servizio di newsletter, uno strumento che consentirà a tutti di avere maggiori informazioni sul progetto “Albergo Diffuso”.

L’On. Bernadette Grasso, Sindaco di Capri Leone, ha messo in evidenza il grande lavoro effettuato in questi anni dai Sindaci dei 10 Comuni coinvolti nell’Albergo Diffuso. Secondo il suo parere, solamente facendo rete e lavorando insieme tutti i Sindaci, si potranno ottenere risultati importanti. Lo scopo dell’Albergo Diffuso è quello di creare economia, vendere un pacchetto significa mettersi in contatto con il proprietario e poi soddisfare sia il turista che vuole visitare il comprensorio nebroideo un solo giorno, sia quello che vuole trascorrere nelle nostre zone più giorni. Un buon pacchetto deve consentire la visita dei dieci Comuni, visite guidate ed escursioni nei borghi antichi, far vedere come si svolgono varie attività, come tessere la tela o fare la ricotta, far rivivere al meglio come sono i nostri luoghi. L’On. Grasso ha concluso il suo intervento, esprimendosi in questi termini: “Con l’Albergo Diffuso noi vogliamo fornire uno strumento concreto, che possa diventare una spinta per un’opportunità di lavoro per alcuni ragazzi. Oggi i Bilanci comunali sono esigui, ma abbiamo deciso con gli altri Sindaci che daremo tutto il contributo necessario a questi ragazzi. Dobbiamo recuperare, tramite l’ospitalità diffusa, il patrimonio dismesso dei Nebrodi, far conoscere il territorio e valorizzarlo”.

Il Sindaco di Mirto Maurizio Zingales ha proposto come centro operativo dell”Albergo Diffuso la sede dell’Enoteca Provinciale, che si trova accanto al Palazzo Cupane mirtese; la scelta dipende dalla possibilità di poter usufruire, oltre al personale del museo, anche di due funzionari della Provincia che si occupano di promozione del territorio. Poi il primo cittadino mirtese ha parlato della varietà del progetto “Albergo Diffuso”, evidenziando che si tratta di un programma vasto, comprendente diversi ambiti: l’edilizia, la valorizzazione dei prodotti, l’enogastronomia, la bio-diversità. L’ospitalità diffusa deve rientrare in un progetto più ampio di crescita culturale della comunità.

dscn0170

Il Sindaco di Longi Lazzara ha sottolineato come questo progetto possa essere un’opportunità di promozione, anche se la burocrazia ha penalizzato gli amministratori in modo impressionante.

Luca Livoti ha assicurato che con l’Associazione, di cui il Dott. Vincenzo Cordone sarà il responsabile tecnico, si farà pubblicità, si creerà un piano editoriale serio sui social e si guarderà avanti in modo sempre più propositivo.

Print Friendly, PDF & Email



Articoli Correlati

Close