98zero

Musumeci a San Fratello: “Non siete soli”. Firmato protocollo per cavallo sanfratellano

San Fratello – “Non siete soli – afferma  il presidente  della Regione, Nello Musumeci, alla popolazione di San Fratello – mi occuperò personalmente dei progetti da completare”.

Con queste parole il Governatore rassicura la comunità, in occasione della visita nel centro montano, nell’ottavo anniversario della frana, che nel 2010, distrusse oltre cento ettari di territorio e costrinse oltre mille persone ad abbandonare le loro case.

Presenti, tra gli altri, nell’auditorium dell’istituto comprensivo “ Manzoni”, riaperto nel 2013, a seguito dei gravi danni subiti dall’evento franoso, il sindaco Francesco Fulia, il presidente del consiglio Vittoria Liuzzo, il  dirigente della Protezione Civile, Calogero Foti, il professore Fabio Cafiso, il dirigente dell’ufficio Tecnico comunale, Giuseppe Contiguglia, numerosi primi cittadini dei Nebrodi, il neo commissario del Parco Gianluca Ferlito, l’assessore regionale alle Autonomie Locali, Bernadette Grasso ed il senatore Bruno Mancuso.

“Non possiamo continuare a tamponare le falle che si presentano quotidianamente – precisa il Presidente Musumeci- voglio una mappa completa  delle realtà siciliane esposte ad ogni rischio, a partire dalla viabilità primaria. San Fratello rappresenta una delle zone più ballerine della Sicilia, che non ha precedenti, paragonabile ai paesi con problematiche legate ad i rischi sismici”.

“L’occasione propizia per fare il punto sulla sicurezza del territorio- dichiara il presidente della Regione- un grave dissesto idrogeologico in Sicilia, richiede oggi circa 900 interventi, un importo finanziario di quasi tre miliardi di euro, ma ancora non ci sono progetti esecutivi. Per San Fratello si devono recuperare sei, sette anni di ritardo, le famiglie hanno pagato anni di inerzia, di disattenzione, di distrazione”.

Oltre 500 persone ancora si trovano senza casa e non hanno ancora percepito alcun indennizzo. “ Mi trovo qui oggi-  ribadisce il Governatore- a distanza di sei settimane dal mio insediamento, per fare il punto della situazione con il sindaco Fulia, con il dirigente della Protezione Civile ed il capo del Genio Civile di Messina, non abbiamo trovato progetti, uffici sufficientemente attrezzati, per cui diciamo non cominciamo da zero, ma da tre, per cui la popolazione dovrà ancora attendere un paio di anni. Per gli sfollati, ho parlato con il sindaco per capire se con le nostre strutture, o con strutture tecniche straordinarie, possiamo sopperire ed accelerare il completamento dei lavori”.

Il Governatore ha inoltre firmato un protocollo d’intesa per la valorizzazione del cavallo sanfratellano, fra le più pregiate razze equine, a rischio d’estinzione. La sottoscrizione dell’accordo ha avuto luogo con il sindaco Francesco Fulia e Calogero Carcione, presidente dell’Associazione nazionale “Cavallo San Fratellano” “Il presidente Musumeci – afferma l’assessore regionale Bernardette Grasso- oggi ha voluto fare sentire la sua vicinanza umana ed istituzionale alla comunità di San Fratello in un giorno importante per la comunità. D’altra parte chi conosce il  Governatore Musumeci sa che non è uomo che non ama fare proclami, così come lui stesso ha ribadito nel corso del suo intervento, ma intende affrontare tutte le questioni che aspettano soluzioni a partire dai problemi legati al sistema idrico e quelli della rigenerazione urbana, facendosi carico di seguire tutte le attività procedimentali in prima persona.  Ancora una volta ha dimostrato quanto abbia a cuore questo territorio e la Sicilia!”.

Il presidente Musumeci ha inoltre incontrato il sindaco Ettore Dottore per analizzare la situazione del dissesto di Alcara Li Fusi. Pronto un intervento di somma urgenza per la messa in sicurezza del versante interessato dalla frana, ad opera della Città Metropolitana, solo dopo si procederà ad una progettazione unitaria, dall’importo notevole, per risolvere a titolo definitivo la criticità. La manifestazione si è conclusa con un momento di convivialità , organizzato dalla Pro Loco Apollonia, presieduta da Rosaria Giaquinta, di concerto con l’amministrazione comunale. Don Salvatore Di Piazza ha donato al presidente una statua di San Benedetto il Moro, Patrono protettore del paese.