98zero

Obbligo di dimora per i coniugi di Naso arrestati per traffico e detenzione di stupefacenti

Naso – I due coniugi arrestati ieri pomeriggio nel centro collinare perché rinvenuti in possesso di 334 gr di marijuana, di un bilancino di precisione e di due tritatabacco, difesi dall’avvocato Decimo Lo Presti, sono apparsi davanti al Giudice Sandro Potestio che ne ha disposto l’obbligo di dimora.

Nel pomeriggio di ieri, 22 febbraio, a Naso i Carabinieri della locale Stazione in collaborazione con personale del Nucleo Carabinieri Cinofili di Catania traevano in arresto, in flagranza di reato, due persone per traffico e detenzione illecita di sostanza stupefacente.

Nel corso di mirati servizi predisposti dalla Compagnia di Sant’Agata di Militello finalizzati alla prevenzione ed al contrasto dei reati in materia di sostanze stupefacenti, i militari dell’Arma, individuato quale obiettivo sensibile la casa dei coniugi, eseguita perquisizione domiciliare, rinvenivano ben occultato, all’interno di suppellettili, un cospicuo quantitativo di marijuana suddivisa in dosi, quasi mezzo chilo, nonché bilancini di precisione e materiale per il confezionamento dello stupefacente.

L’attività di indagine diretta nei confronti degli arrestati ha permesso di documentare che lo stupefacente era pronto per essere immesso sulla piazza di spaccio nasitano ed orlandino, da tempo tenuta sotto stretta osservazione dai Carabinieri. Nel contesto investigativo di assoluta rilevanza si è dimostrato l’ausilio fornito dai cinofili antidroga del Nucleo di Catania.

Gli arrestati, S.G. (50enne) e P.E. (46enne), dopo le formalità di rito, su disposizione della Procura della Repubblica di Patti sono stati posti agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida davanti al Giudice del Tribunale di Patti che si è tenuta in tarda mattina con la disposizione del giudice all’obbligo di dimora. L’udienza si svolgerà il 9 aprile prossimo.

Continua a leggere altre notizie su
Naso