98zero

Modifica Statuto, l’opposizione ribatte al Sindaco: “Il suo ramoscello d’ulivo è una frusta alla città”

Milazzo – In una lunga nota i consiglieri di opposizione, bocciano sostanzialmente la mano tesa del Sindaco Formica sulla tematica “modifica Statuto Comunale”. Si tratta dei consiglieri: Valentina Cocuzza, Lydia Russo, Maria Magliarditi, Francesco Alesci, Franco Russo, Gianfranco Nastasi, Pippo Midili, Simone Magistri, Franco Rizzo, Massimo Bagli, Franco De Gaetano, Rosario Piraino, Alessandro Oliva, Antonio Foti e Santi Saraò.

“Non siamo più disponibili a subire le continue prese in giro che il Sindaco offre giornalmente alla città – scrivono i consiglieri – Il suo ramoscello d’ulivo è una frusta in faccia all’intera collettività milazzese. Così duro, il Sindaco, con alcuni e poi improvvisamente tenero come agnellino. Il suo modo di agire, le sue mosse politiche, hanno stancato tutti. Chiamiamo alla responsabilità chi ha omesso di compiere i propri doveri d’ufficio nei confronti del consiglio comunale e chi avrebbe dovuto vigilare sul rispetto della norma che invece continua ad essere disattesa.”

La polemica nasce sulla seria possibilità di far decadere il consiglio comunale, qualora, in regime di dissesto, lo stesso consiglio non voti il bilancio armonizzato. Una sorta di ammutinamento istituzionale che porterebbe al commissariamento del consiglio, così come avvenuto nella passata sindacatura. Gli articoli modificati sono il 4 e il 22, quest’ultimo in particolare prevede proprio il voto favorevole della maggioranza dei consiglieri in carica per il bilancio e altri atti di gestione dell’ente. La proposta è di cassare proprio questa parte di articolo, causa nei giorni passati di un braccio di ferro tra consiglio e amministrazione. Lo scontro tra opposizione e governo della città si fa sempre più duro.

Continua a leggere altre notizie su
Milazzo