“Più forti del fuoco e della pioggia”. Il Carnevale ad Acquedolci non si ferma. Le foto

Acquedolci – L’ incendio che ha distrutto due carri ed il maltempo non hanno fermato la cinquantesima edizione del Carnevale di Acquedolci.

“Piu’ forti del fuoco e della pioggia- commenta il sindaco Alvaro Riolo- Acquedolci non si e’ fermata , regalando agli intervenuti uno spettacolo unico, grazie ai nostri carristi eccezionali, una prova di orgoglio di tutta la cittadinanza. Le misure di sicurezza ed il servizio predisposto dalle forze dell’ordine ha funzionato alla perfezione, nessun incidente o tafferuglio si è verificato”. Le avverse condizioni meteorologiche, non hanno impedito l’ arrivo di una moltitudine di visitatori, proveniente dai centri dell’hinterland, oltre un migliaio prima che iniziasse a piovere.

“Una grande gara di solidarietà- afferma il primo cittadino Riolo- si è attivata per fare risorgere dalle ceneri dell’incendio, che ha distrutto completamente due carri allegorici, il nostro Carnevale.Oltre duecento giovani hanno lavorato giorno e notte per l’allestimento della sfilata, che ha visto la partecipazione di quattro carri allegorici, più uno più piccolo realizzato dagli studenti impegnati nell’ alternanza scuola- lavoro”.

Nel centro tirrenico sono stati Istituiti numerosi punti di raccolta fondi  per l’acquisto dei materiali per la riparazione dei carri , tanti attestati di incoraggiamentosono giunti dall’intera comunitàdai maestri carristi di Gioiosa Marea, Brolo, Torrenova , impegnati anch’essi  nell’organizzazione del carnevale. Il blog della città, gestito da Enrico Caiola , ha raccolto oltre cinquecento euro, commercianti ed istituzioni del territorio hanno contribuito alla ricostruzione, la cantante Alice Caioli, originaria della cittadina, prima di partire per il Festival di Sanremo, aveva donato mille e cento euro.  Per le vie cittadine, sfidando la pioggia, hanno sfilato siano a tarda sera due carri grandi,  “ Lo Zodiaco “ ed  “ Il Gladiatore “, distrutto dal rogo, ma ricostruito in tempi record e due mini carri, uno allestito dagli studenti e l’altro dal gruppo Paparazzi, il cui lavoro iniziale “ Il Drago”, completamente devastato dalle fiamme e’ stato sostituito da “Doroteo e Aldonza”, che ha preso vita , utilizzato un pezzo bruciato del maxi carro. 

Tra le novità di quest’edizione , l’istituzione di un’ area , dedicata ai diversamente abili, nello spazio antistante, la nuova sede dell’ antiquarium comunale, in piazza Giovanni Paolo II. “ E’ stata una corsa contro il tempo – conclude il sindaco Riolo- per fare divertire migliaia di bambini e visitatori, in soccorso dei giovani artigiani sono arrivati i maestri carristi “anziani” quelli che, oltre ad avere tanta esperienza,  hanno restituito l’entusiasmo ed il sorriso ai tantissimi ragazzi , i quali amareggiati ed in lacrime,hanno visto svanire in un attimo cinque mesi di duro lavoro, divorato dalle fiamme. Sull’episodio indagano i carabinieri al comando del maresciallo Salvatore Porracciolo, si aspettano ancora gli esiti delle risultanze investigative, ma nonostante gli inconvenienti Acquedolci non si è fermata. Il prossimo appuntamento, per il gran finale è previsto domani.

Print Friendly, PDF & Email



Articoli Correlati

Close