Perde nel finale contro Reggio Emilia la Betaland Capo d’Orlando

Capo d’Orlando – Non riesce a vincere la Betaland nonostante la grinta e la determinazione dimostrata per 38 minuti ma nel finale si spegne sotto le triple di Della Valle. Reggio Emilia si impone 70 a 81.

La Betaland parte con Atsur playmaker, vista l’assenza per infortunio di Maynor, il nuovo arrivato Faust, Stojanovic, Wojciechowski e Delas. Risponde Reggio Emilia con Llompart, Nevels, Della Valle, Cervi e White.

La gara è subito giocata a ritmi molto alti. E’ Mario Delas che sembra essere rinato nei primi dieci minuti con sei punti consecutivi. Ma gli ospiti rispondono soprattutto dall’area pitturata. Dopo solo tre minuti e 40 secondi il tabellone recita già 11 a 13. La convinzione in casa Capo d’Orlando non manca nei primi minuti e Stojanovic sembra in grande serata (11 punti in 10 minuti). A tre minuti dalla prima sirena la Betaland si porta sul 16 pari. Il primo quarto si chiude con Capo d’Orlando avanti di uno, 24 a 23 ed un’ultima azione che è lo specchio di come sono stati affrontati i primi dieci minuti dai padroni di casa. Grinta e determinazione soprattutto sulle palle vacanti che, questa volta, sono cosa loro.

Nel secondo quarto Reggio Emilia parte meglio e recupera due palloni consecutivi realizzando 4 punti in contropiede. Ma la Betaland di questa sera sembra non temere colpi duri e sostenuta dal pubblico risponde con un contro parziale. Dopo tre minuti e mezzo il punteggio è 32 a 29 per i padroni di casa. Coach Menetti è costretto ad interrompere il gioco chiamando timeout a 3’35” dall’intervallo lungo visto che la sua squadra non riesce più a trovare la via del canestro mentre Capo d’Orlando raggiunge il massimo vantaggio sul 38 a 33. Intanto entra in scena Ikovlev show che, probabilmente alla sua ultima gara con la maglia dell’Orlandina, sembra infallibile al tiro realizzando sia da due che da tre. Si va negli spogliatoi sul punteggio di 43 a 37 per una convincente Betaland.

Al rientro dall’intervallo lungo Nevels mette la tripla del meno tre per Reggio Emilia ma subito dopo commette il suo quarto fallo. Coach Menetti decide di lasciarlo in campo. Gli ospiti si riportano in parità (45-45) ma ci pensa Stojanovic a mettere dentro una tripla. Sul ribaltamento di campo Cervi segna da sotto e subisce fallo sbagliando però il tiro aggiuntivo. Ma è proprio il lungo della nazionale italiana a fare male all’Orlandina. Sono sei i suoi punti consecutivi (48-51). StoJanovic, ancora lui, segna dopo aver conquistato un rimbalzo in attacco e subisce fallo concretizzando dalla lunetta un gioco da tre punti (51-51) a 3’30” dalla fine del terzo parziale. E’ un canestro sulla sirena di Campani a chiudere il terzo quarto con l’Orlandina avanti di tre punti, 59 a 56.

E’ ancora campani a mettere i primi due punti dell’ultima frazione. Dopo aver conquistato palla in difesa Atsur subisce fallo ma dalla lunetta fa uno su due. A credere nella rimonta è Nevels che con quattro punti consecutivi riporta i suoi a meno due (62 a 60). Chris Wright riporta in parità l’incontro dai quattro metri mentre Capo d’Orlando comincia a trovare qualche difficoltà in attacco (per la prima volta nel corso della gara). E’ un continuo botta e risposta ma la Betaland sembra più stanca a 5 minuti dalla fine della gara (67-68). Stojanovic però riporta avanti i padroni di casa costringendo Menetti al timeout (69-68). Intanto si accende Della Valle che mette cinque punti consecutivi (69-73). Ormai a due minuti dalla fine è Della Valle contro tutti. Porta palla sino ad arrivare al tiro e mette due triple in faccia al suo marcatore consecutive alla quale l’Orlandina non riesce a rispondere (70-76).

 

Print Friendly, PDF & Email



Articoli Correlati

Close