98zero

Assolto dall’accusa di violenza sessuale su minore un 39 enne di San Fratello

Patti – A distanza di quasi cinque anni dai fatti, il collegio giudicante del tribunale di Patti (presidente Sandro Potestio, a latere Vincenzo Mandanici e Francesco Torre), ha assolto con la formula “per non avere commesso il fatto” un 39enne residente a San Fratello.

L’uomo, difeso dall’avvocato Alessandro Pruiti Ciarello, era stato accusato di violenza sessuale per un fatto che si sarebbe verificato a San Fratello il 27 aprile 2013. Come riportato nel decreto che disponeva il rinvio a giudizio dell’imputato, emesso dal Gup del tribunale di Patti Eugenio Aliquò, l’uomo avrebbe toccato il fondoschiena di una ragazza minorenne del luogo. Il pm Alessandro Lia aveva chiesto la condanna dell’imputato ad 1 anno e 10 mesi di reclusione. Si erano associati alla richiesta del pm i difensori delle parti civili che avevano chiesto il risarcimento dei danni, i genitori della presunta vittima assistiti, rispettivamente, dagli avvocati Rosetta Anna Carroccio (il padre) e Salvatore Ricca (la madre).

Nella sua arringa, però, è prevalsa la linea difensiva esposta dall’avvocato Pruiti Ciarello e l’imputato è stato assolto. Le motivazioni saranno depositate entro novanta giorni.