98zero

In libertà l’uomo che accoltellò il compaesano a San Marco d’Alunzio

San Marco d’Alunzio – In libertà Alfio Arcodia, arrestato, con l’accusa di tentato omicidio per avere sferrato un fendente al collo del compaesano Antonino Notaro.

L’ha decretato, nel corso dell’udienza di ieri,  il collegio giudicante del Tribunale di Patti (presidente Potestio, a latere Torre e Turrisi) nei confronti del sessantenne, recluso ai domiciliari,  di San Marco D’Alunzio , difeso dall’avvocato Giuseppe Mancuso, per il quale è stato disposto il divieto di avvicinamento alla vittima. Dopo l’escussione dei testimoni, il processo è stato aggiornato al prossimo 23 febbraio per la discussione delle difese e l’emissione della sentenza.

Continua a leggere altre notizie su
San Marco d'Alunzio