Parte bene l’Umbertina nel girone di ritorno. Vittoria per 2 a 0 sul San Basilio

Castell’Umberto – L’Umbertina nella vittoria per 2-0 sul San Basilio inaugura il suo girone di ritorno nel migliore dei modi.

Una vittoria che arriva a capo di un match nel quale  gli uomini di Fichera  hanno intepretato  in maniera perfetta sin dall’inizio come dimostra l’iniziale vantaggio realizzato da Di Pani, utile  a dare il là al successo umbertino. Inoltre  è un’affermazione   che dà seguito al successo del derby, simbolo evidente  di come l’affermazione nella stracittadina umbertina abbia forse ridato una linfa, vitalità e convinzione dei propri mezzi ai rossoneri. Inoltre  si è anche  rivista  forse la versione migliore sul piano del gioco dei rossoneri, che  fino a questo momento la si è potuta ammirare  solo a sprazzi, conseguenza importante che non ha mai permesso ai  rossoneri di compiere il salto di qualità  negli appuntamenti decisivi ad eccezione del derby. Allo stesso tempo non tutto è perduto perché l’obbiettivo di inizio stagione, chiamato play off è a portata di mano a patto che però si acquisisca una certa continuità di risultati nella seconda parte di campionato, propedeutica a dare l’assalto alle zone nobili della classifica.

Nel match con i mamertini ancora una volta, da mettere in particolare risalto la prestazione di Svezia, abile a dirigere la manovra umbertina con una maestria degna di un giocatore che in Prima Categoria rappresenta un lusso, allo stesso tempo da evidenziare anche l’ottima intesa del tandem Moltalbano-Franchina, che va sempre più affinandosi nel corso del tempo, tramutando tutto in una manna  e gioia per la tifoseria rossonera e in un incubo per le difese avversarie. Dimostazione lampante: la rete del raddoppio quando il capitano umbertino è abile a servire sulla profondità il centravanti palermitano che grazie ad un pallonetto elude l’uscita del portiere mamertino e realizza la rete della tranquillità a conferma della ritrovata prolificità sottoporta dopo il goal che ha regalato i tre punti nel derby. Le fortune dell’Umbertina oltre a loro, passano anche dai piedi fatati di Di Pani e Maniaci e dalla solidità difensiva di Massimo Spinella, autore ancora una volta di una prestazione da autentico leader della retroguardia, per come incita,carica e guida i compagni a mollare mai dimostrandosi  allo stesso tempo anche  un allenatore in campo.  Con la Futura Brolo sono quindi attese ulteriori conferme.

Print Friendly, PDF & Email



Articoli Correlati

Close