Quasi pronta la nuova sede di Scientifico e Linguistico. Trasferimento fra pochi mesi

Patti – Gli studenti del liceo Scientifico e del liceo Linguistico saranno trasferiti nel nuovo istituto di via Padre Pio prima della conclusione di questo anno scolastico.

La nuova sede scolastica di via Padre Pio è quasi pronta ad ospitare gli indirizzi Scientifico e Linguistico del liceo statale Vittorio Emanuele III. Ad annunciarlo è la dirigente Grazia Gullotti Scalisi, che ha indetto una conferenza stampa per informare le famiglie e i ragazzi sulla tabella di marcia dell’iter di costruzione della nuova sede liceale.

«Prima che si concluda l’anno scolastico i ragazzi avranno la possibilità di fruire di un istituto che si attendeva da ben 56 anni e che sarà dotato – ha spiegato il dirigente – di venti aule di 50 metri quadrati ciascuna, cinque laboratori, quattro locali di servizio, due ampi spazi polivalenti, rispettivamente di 450 e 300 metri quadrati ciascuno, un ingresso di 120 metri quadri e una grande area dedicata alle attività sportive». Secondo quanto riferito dalla prof. Gullotti Scalisi, sarebbero già funzionanti il sistema antincendio e gli impianti fotovoltaico, di condizionamento e di videosorveglianza, mentre gli ascensori sono in via di installazione. Mancherebbero, dunque, solo le porte ignifughe. Successivamente si procederà col trasloco degli arredi, partendo dall’allestimento dei laboratori. Per quanto riguarda l’estetica, si è scelto per l’esterno il classico colore giallo, tipico degli edifici pattesi, mentre gli interni sono stati tinteggiati di verde e azzurro.

Gli studenti che saranno trasferiti nel nuovo istituto sono in tutto 461. «Le classi che non riusciranno a entrare negli spazi disponibili – ha riferito il dirigente scolastico – troveranno  spazio alla sede centrale di via Trieste». A distanza di quattro anni dal bando di gara e dopo diversi intoppi, ostacoli e ricorsi, si è dunque giunti ad un passo dal taglio del nastro. «La svolta – ha ricordato la preside – è avvenuta con l’insediamento a Palazzo dei Leoni dell’ex commissario straordinario Filippo Romano, che si assunse l’impegno di emanare quel bando, nominandomi all’interno della commissione di gara. Prima di allora ci erano state prospettate diverse soluzioni che avevamo puntualmente avversato. La nostra determinazione ci ha ampiamente ripagati».

Adesso servirà una decisa assunzione di responsabilità anche da parte dei vertici comunali: «Al sindaco di Patti – ha detto il dirigente scolastico – chiediamo solo di procedere al più presto alla bonaria composizione per l’apertura della strada di collegamento tra via Padre Pio e piazza Gramsci. I proprietari del terreno hanno già dichiarato di essere disposti a cedere le loro particelle, mentre la ditta sarebbe disponibile a realizzare la bretella a proprie spese. Così i ragazzi potrebbero raggiungere agevolmente l’edificio dalla stazione ferroviaria».

Print Friendly, PDF & Email



Articoli Correlati

Close