Consegnati i lavori del porto che dovrebbero partire entro 15 giorni

Sant’Agata Militello – Oggi pomeriggio, presso l’Ufficio del RUP, Ing. Basilio Ridolfo, sono stati consegnati i lavori del porto santagatese.

Presenti il sindaco Carmelo Sottile, il Rup, ingegnere Ridolfo (nella foto al momento della firma), il direttore dei lavori, ingegnere Tuccio D’Urso (funzionario della regione siciliana) e l’assessore ai Lavori Pubblici, Giuseppe Puleo.

Data storica per la città, che segna l’avvio dei lavori dell’agognata struttura. Lunedì scorso era stato approvato in via amministrativa dalla giunta il progetto esecutivo dei lavori di completamento, già corredato di tutti i pareri tecnici necessari.

Sta per diventare realtà, la realizzazione dell’opera portuale attesa sin dal lontano 2001, epoca in cui è partito l’iter amministrativo, con l’inserimento del porto di Sant’Agata nell’accordo di programma quadro tra Stato e Regione. I lavori per circa 42 milioni di euro prevedono il completamento delle opere marittime esistenti riguardanti il prolungamento della diga foranea di ulteriori 442 metri fino a raggiungere la lunghezza progressiva di 1.150 metri, nonché la costruzione di 600 metri del molo di sottoflutto e di ultimare la banchina di riva.

Durante la riunione sono stati presi in considerazione diversi aspetti riguardanti le strade di accesso al cantiere e le questioni attinenti l’organizzazione dello stesso anche ai fini della sicurezza portuale e della navigazione.

Sono, inoltre, state approfondite le problematiche relative all’organo di collaudo statico e tecnico-amministrativo e quelle specifiche della gestione in sicurezza del cantiere, per la quale si costituirà un apposito tavolo tecnico composto, oltre che dal RUP, dal Direttore dei Lavori e dal Coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione (Ing. Giancarlo Teresi), anche da rappresentanti dell’Ispettorato Provinciale del Lavoro, dell’ASP di Messina, del CPT di Messina e dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Sant’Agata di M.llo.

I lavori, sotto il profilo squisitamente tecnico, sono stati consegnati parzialmente, ovvero al netto delle aree su cui sono alloggiati i tetrapodi di pertinenza dei lavori del porto di Malfa e delle aree da impegnare per la deviazione del Torrente Alessi la cui definizione è stata posticipata, come è noto, in sede di adozione del parere definitivo del Genio Civile di Messina ai sensi del Testo Unico sulle Acque.

In base al Capitolato Speciale d’Appalto, il concreto inizio dei lavori deve avvenire entro 15 giorni da oggi.

Print Friendly, PDF & Email



Articoli Correlati

Close