98zero

La cooperativa sostituisce i lavoratori di Galati con altri di Barcellona. Impugnato licenziamento.

Galati Mamertino – Prosegue la vertenza degli otto dipendenti del centro di accoglienza “ La Margherita” di Galati Mamertino, che ospita cinquanta migranti minori, licenziati lo scorso 2 gennaio dalla cooperativa sociale “Alba Nuova Onlus “.

Il responsabile sindacale  Nunzio Musca afferma : “La cooperativa che gestisce la struttura galatese ha licenziato otto lavoratori, i quali con qualifiche e mansioni diverse, prestavano servizio alle dipendenze del centro, occupandosi dell’assistenza dei minorenni extracomunitari, licenziamento che non rispetta alcuna norma prescritta dalla legge e dal contratto collettivo nazionale di lavoro vigente”. “Quattro di loro – ribadisce il sindacalista Musca- hanno impugnato tramite un legale il licenziamento e dato che la cooperativa ha provveduto a sostituire gli otto lavoratori, con personale proveniente da Barcellona e comuni limitrofi , quello in servizio in precedenza era composto in maggioranza da gente di Galati, sto predisponendo un esposto denuncia da inoltrare all’attenzione dei carabinieri, dell’Ispettorato del Lavoro, della Prefettura e di tutti gli Enti interessati”. Sollecitato inoltre il comune guidato dal sindaco Nino Baglio, affinché fosse parte attiva nel dialogo con la cooperativa , alla quale era stato chiesto, senza esito, un incontro. A seguito del licenziamento Nunzio Musca segnalò ai carabinieri del comando della locale stazione, la mancata assistenza dei minori per l’assenza del personale.  Lo scorso 28 dicembre, 36 su 50 minori migranti ospitati fuggirono dal centro galatese lamentando disagi nella struttura, tra i quali la mancanza di acqua calda, per poi farvi ritorno, nonostante il malcontento collettivo. Determinante, in quell’occasione, fu l’interlocuzione, tra i giovani, i carabinieri, il sindaco, la responsabile e gli operatori della cooperativa.