98zero

Pronto il progetto per la ricostruzione del’info point incendiato un anno fa

San Fratello – Ha mantenuto la promessa Giuseppe Antoci, presidente del Parco dei Nebrodi,  a distanza  di un anno esatto dall’incendio doloso che distrusse l’info point sito nel comune di San Fratello : pronto il progetto per la ricostruzione del punto informazione per la valorizzazione del cavallo sanfratellano.

La struttura in legno fu data alla fiamme lo scorso 23 dicembre da mani ignote ed adesso risorgerà dalle sue ceneri grazie alla tenacia di Antoci, scampato ad un attentato di stampo mafioso a colpi di fucile a canne mozze, nel maggio 2016, ed a un finanziamento da 395 mila euro ottenuto dall’Ente Parco dei Nebrodi nell’ambito del Patto Territoriale “Per l’agricoltura e la pesca Nebrodi Orientali”. Proprio nei giorni scorsi è stato notificato il decreto di finanziamento da parte del ministero per lo Sviluppo Economico, che prevede la ristrutturazione del caseggiato immerso nel  Parco, nel cui interno sorgerà il nuovo punto informativo, ma anche una sala multimediale, dove sarà allestita una mostra itinerante per gli studenti. Nei prossimi giorni sarà predisposto il bando per la  gara d’appalto per l’aggiudicazione dei lavori.  Il complesso sportivo sarà inoltre potenziato con un locale selleria, spogliatoi con servizi igienici ed integrato con 10 box per la scuderizzazione dei cavalli.

L’intero fabbricato  sarà caratterizzato da ampie finestrature che permetteranno di illuminare sufficientemente la zona delle attività sportive nella prima parte della giornata permettendo un risparmio del consumo energetico. Lo spazio esterno sarà in parte cementato ed in parte in terra battuta. Per il superamento delle barriere architettoniche saranno previste delle rampe di opportune dimensioni, le pendenze del terreno e della pavimentazione esterna saranno tali da rendere fruibili il percorso ai portatori di handicap. Antoci definì l’attentato incendiario: “l’ennesimo tentativo di fermare l’azione di legalita’ e di sviluppo che si sta portando avanti. Aver fatto saltare interessi ed equilibri economici e politici continua evidentemente a far perdere la testa ed a portare all’ennesima reazione scomposta. Un ignobile regalo di Natale”. Fortunatamente non si registrò alcun  danno per gli addetti ai lavori, ma andò completamente distrutta la struttura in legno adibita ad info point , unitamente ad arredi, computer ed al materiale promozionale custodito all’interno, mandando in fumo l’impegno del Parco che si era dedicato alla valorizzazione del cavallo sanfratellano.

“ Questa nuova struttura- afferma il fautore del protocollo di legalità, divenuto legge di stato – porterà sviluppo e speriamo nuovi posti lavoro e tanti visitatori sui Nebrodi. Un noto aforisma recita testualmente che “il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni”. Il mio sogno ha un nome: Nebrodi. E’ un sogno che mi ispira nel quotidiano cammino e mi dà la forza per affrontare impegni e preoccupazioni. Tanta la strada percorsa, tanti gli obiettivi raggiunti, nel comune interesse di crescita di questo territorio, con la ferma intenzione di percorrerla sino in fondo quella strada, affinchè i Nebrodi siano sempre la casa della gente perbene”. La mafia dei pascoli ha perso ancora, ha bruciato l’info point cagionando un danno di circa 20 mila euro ed il ministero ha finanziato un progetto da 395 mila euro. “ Noi vogliamo dare un segnale forte- ribadisce Giuseppe Antoci- a differenza di coloro i quali vengono qua a e bruciano , noi andiamo avanti portando la bellezza, la bellezza dei luoghi, dei territori dell’ambiente e della legalità”.