98zero

“Un anno pieno di fiori”, il bilancio e gli auguri dell’Assessore Michele Isgrò

Terme Vigliatore – “Se dovessi tracciare il resoconto del 2017 con una linea, questa sicuramente avrebbe la forma spontanea e solare di un fiore”.

Esordisce cosi Michele Isgrò a consuntivo di un anno di soddisfazioni. A febbraio la nomina per la seconda volta ad Assessore di Terme Vigliatore con ben otto deleghe tra cui quella che maggiormente lo identifica, il verde pubblico. A maggio, a Torino, l’elezione a Vice Presidente Nazionale di Asproflor-Comuni Fioriti, circuito che Isgrò coordina in Sicilia ormai da anni.

Un connubio vincente con i due ruoli che spesso si intersecano su temi correlati al verde e al decoro nelle sue estese sfaccettature. In ambito comunale, l’Assessore Michele Isgrò riprende l’attività interrotta quattro anni prima, ossia durante il primo mandato, e lo fa con la stessa vivacità di quei primi passi che segnarono il carattere “fiorito” di Terme Vigliatore nel tempo, sfociato in riconoscimenti, apprezzamenti, visibilità, locale e nazionale.

Il ritrovato affiatamento con i ragazzi della “squadra del verde pubblico comunale”, la cooperazione con Carmelo Scilipoti e la consigliera Emilia Salvo, mette in moto una nuova stagione di gestione del verde e del territorio termense, con la creazione di nuovi punti fioriti come l’aiuola nel parcheggio retro Municipio, quelle d’ingresso lato ovest di Vigliatore, le rinnovate fioriere di San Biagio con le maioliche o della Piazza Vigliatore con le cycas e poi l’alberatura in Viale delle Terme, le rose e gli agrumi in Piazza Cattafi. L’immersione nel verde dei Benedettini e in questi giorni la piantumazione di oltre mille piante per colorare il periodo natalizio. A dimora anche tante piante perenni a fioritura estiva, oggi poco appariscenti ma pronte a cambiare aspetto alla ripresa vegetativa primaverile, come ad esempio Piazza Municipio ornata da centinaia di rose rifiorenti.

Tra le manifestazioni legate all’Assessore Michele Isgrò, come non ricordare la seconda edizione della sfilata “Flower Parade” organizzata in sinergia con l’Assessorato allo spettacolo, la ProLoco e la bravura artistica di Stella Giunta. Tra le iniziative torna anche la “Festa dell’Albero” con gli alunni delle scuole e vengono rilanciate quella di “Regala un Albero al Tuo Paese” e “Adotta un Aiuola”. Un occhio anche agli amici a quattro zampe con la rimodulazione della cartellonistica, cosi, i divieti di accesso per cani si trasformano in frasi celebri sui fiori e di rispetto per il verde.

Non mancano le estroverse curiosità dell’Assessore che proiettano ancora una volta Terme Vigliatore nella visibilità mediatica nazionale, come l’ordinanza, unica in Italia, che limitava il traffico veicolare a 30 km per salvare una lunga siepe fiorita di oleandro, creando, di fatto, una vera slow road, ne ha parlato Radio Italia, Tg24com di Mediaset e perfino riviste a tiratura europea come “il Floricultore”.

Altra promozione durante “Cervia Città Giardino”. All’inaugurazione, infatti, una mostra pomologia di particolari agrumi dei vivai termensi, curata direttamente dall’Assessore, cattura l’attenzione dei media Romagnoli e proietta Terme Vigliatore su varie testate e televisioni.

Di tutto questo, quello che più gratifica e la presa di coscienza dei cittadini, sempre più esigenti, con l’orgoglio di vivere in paese che vanta savoir-faire e difficilmente disposti a tornare indietro, si tratta della vera affermazione della “Beauty Social Green” il benessere psico-fisico legato alla bellezza sociale del verde, una sfida di cambiamento che a Terme Vigliatore è quasi vinta.

In ambito dei “Comuni Fioriti” soddisfazioni a catenelle, si parte già da gennaio con l’incontro dei Sindaci del Lago di Garda e del Mincio per finire a Palazzo Montecitorio di Roma con i colleghi di Asproflor a parlare di “Coordinamento Nazionale del Florovivaismo e del Paesaggio” promozione e difesa del vivaismo e del bonus verde poi approvato dal governo.

Intanto in Sicilia il numero dei “Comuni Fioriti” cresce e la premiazione di Spello (Perugia) assegna diverse soddisfazioni con Terme Vigliatore che conferma i quattro fiori rossi e ottine il secondo posto nei comuni di categoria superiori a 5mila abitanti. Un premio corrispondente a mille euro in fioriture che arriveranno in primavera. Per la prima volta in Sicilia arriva il primo podio della Miss Comuni Fioriti con Roberta Bongiorno di Gangi, ma anche il secondo conquistato da Tamara Recupero.

L’anno si chiude con un riconoscimento ben augurale e di apprezzamento, a Michele Isgrò è riservato un mese nel celebre calendario della ProLoco di Sinagra e insieme con altri dodici personaggi e con precise didascalie presenteranno ogni mese il mondo del verde e dei fiori.

Continua a leggere altre notizie su
Terme Vigliatore