98zero

La Giunta ha richiesto l’ampliamento di 19 migranti da gennaio 2018 allo SPRAR lo scorso 29 settembre.

Capo d’Orlando – La Giunta, con delibera datata 29 settembre scorso, ha approvato la richiesta per l’ampliamento dello SPRAR di ulteriori 19 unità dal primo gennaio 2018.

Una delibera di Giunta del 29 settembre 2017 dispone di presentare domanda al Ministero per l’aumento, dall’1.1.2018, di n. 19 posti di accoglienza integrata, in ampliamento ai n. 36 già attivi e finanziati con il progetto di accoglienza di richiedenti/titolari di protezione internazionale o umanitaria nel sistema SPRAR, per il triennio 2017 – 2018 – 2019;

Lo stesso giorno la prefettura ha inviato a Capo d’Orlando 19 migranti ma all’ex Hotel Amato come già concordato in data 25 luglio all’apertura delle buste davanti ai Sindaci dei Comuni dei Nebrodi.

Nella delibera di qualche giorno fa si legge testualmente “che secondo le determinazioni della Prefettura di Messina il Comune il Capo d’Orlando sarebbe obbligato ad accogliere n. 56 immigrati ovvero n. 20 unità in più rispetto all’attuale progetto di accoglienza , approvato per il triennio 2017/2019”.

Di seguito il testo integrale della delibera di giunta data 29 settembre 2017.

IL SINDACO
Premesso che:
il Comune di Capo d’Orlando ha attivato per il periodo 2014/2016 un progetto per servizi di accoglienza inerente i richiedenti e titolari di protezione internazionale, SPRAR “Sistema di protezione dei richiedenti asilo e rifugiati” ammesso a finanziamento dal Ministero dell’Interno – Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione – Direzione Centrale dei Servizi Civili per l’Immigrazione e l’Asilo, nell’ambito del Fondo nazionale per le politiche e i servizi dell’asilo (FNPSA) di cui all’art.1- septies del D.L. 30/12/1989 n.416, convertito con modificazioni dalla legge 28/02/1990 n. 39;

– il citato progetto prevedeva l’accoglienza di rifugiati e richiedenti protezione internazionale appartenenti alla categoria “ordinari” per n. 18 posti e per ulteriori n. 18 posti aggiuntivi;

Il 27 agosto 2016 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto 10/08/2016 che ha per oggetto le modalità di accesso da parte degli enti locali ai finanziamenti del Fondo nazionale per le politiche ed i servizi dell’asilo, per la predisposizione dei servizi di accoglienza per i richiedenti e i beneficiari di protezione internazionale e per i titolari del permesso umanitario, nonché l’approvazione delle linee guida per il funzionamento del Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR);

Con delibera 170 del 27.9.2016 la giunta Municipale ha adottato atto di indirizzo per assicurare la prosecuzione progetto S.P.R.A.R. per la triennalità 2017/2019;

in data 24.10.2016 il Comune di Capo d’Orlando ha presentato domanda di prosecuzione del progetto così come previsto dal DM 10 agosto 2016;

In data 20.12.2016 è stato emanato il Decreto Ministeriale con il quale sono state assegnate le risorse finanziare agli Enti Locali che hanno chiesto di proseguire l’accoglienza dei richiedenti asilo e rifugiati, nell’ambito del progetto SPRAR per il triennio 2017-2019, fra cui rientra il Comune di Capo d’Orlando;

Con determinazione dirigenziale n. 1071 del 21.10.2016 avente per oggetto: “La realizzazione di progetti di accoglienza degli enti locali in seno allo SPRAR. Individuazione partner co-progettante e soggetto attuatore – anni 2017 – 2019” è stata indetta gara d’appalto con procedura aperta in ambito U.E. e, conseguentemente, approvata la documentazione di gara- CIG. 6842816665;

Con determinazione dirigenziale n. 345 del 24.03.2017, è stato aggiudicato, il servizio alla Cooperativa Servizi Sociali – Cooperativa Sociale – C/da Marià – 98068 S. Piero Patti ( Me) – sede Uffici: Via Nazionale Palermo n. 208- 98071 Capo D’Orlando ( Me)- Partita IVA 01233720836;

Preso atto che il D.M. 10/08/2016 , già citato, all’art. 22, “Variazioni del servizio di accoglienza finanziato” prevede la possibilità di richiedere al Ministero l’autorizzazione alla variazione dei posti;

Riconosciuta l’opportunità di aumentare di n. 20 unità i posti SPRAR, in considerazione che secondo le determinazioni della Prefettura di Messina il Comune il Capo d’Orlando sarebbe obbligato ad accogliere n. 56 immigrati ovvero n. 20 unità in più rispetto all’attuale progetto di accoglienza , approvato per il triennio 2017/2019;

Vista la circolare del Ministero dell’Interno – Dipartimento per Le Libertà Civili e Le Immigrazioni del 20.03.2017 che disciplina le modalità di presentazione dell’istanza;

Ritenuto, pertanto, opportuno presentare domanda per l’aumento, dall’1.1.2018, di n. 19 posti del progetto dei servizi di accoglienza integrata dello SPRAR, attualmente in essere e già finanziato per le annualità 2017/2018/2019;

Rilevato che per la predisposizione e successiva gestione delle azioni inerenti l’accoglienza e l’accompagnamento all’integrazione, si rende necessario che questo Ente si avvalga di un soggetto del terzo settore, da individuare tramite procedura, che sia disponibile alla co-progettazione e, in caso di finanziamento,
alla gestione;

Valutato che la scelta della gestione esterna deriva dalla specificità dei servizi che si intendono offrire che richiede competenze specialistiche e multidisciplinari, con figure professionali non presenti all’interno di questo Ente e difficilmente contrattualizzabili con le modalità previste per il pubblico impiego, tenuto conto della tipologia del lavoro nonché la parcellizzazione degli orari;

Ritenuto, pertanto, dover procedere all’attivazione delle procedure consequenziale e, vista la complessità delle attività connesse , procedere alla costituzione di un gruppo di progetto intersettoriale con il coinvolgimento delle aree : economico finanziaria, contratti e appalti , urbanistica;

Vista la legge 328/2000;
Visto il D.Lgs 50/2016 e ss.mm.ii.;
Visto l’O.A.EE.LL. vigente in Sicilia;

P R O P O N E
Per quanto in premessa riportato parte integrante della presente:

  1. Di presentare domanda al Ministero per l’aumento, dall’1.1.2018 nell’ambito della stessa categoria di Comune di Capo d’Orlando Delibera della Giunta Municipale N. 198 Anno 2017 2/5 servizi, di n. 19 posti di accoglienza integrata, in ampliamento ai n. 36 già attivi e finanziati con il progetto di accoglienza di richiedenti/titolari di protezione internazionale o umanitaria nel sistema SPRAR, per il triennio 2017 – 2018 – 2019;
  2. Di dare atto che una volta aumentati i posti ( ex art. 22 D.M. 10.8.2016), la capacità recettiva del Comune di Capo d’Orlando sarà comprensiva di tale aumento;
  3. Di assicurare i medesimi servizi, finanziati con le risorse iscritte nel Fondo Nazionale per le politiche e i servizi dell’asilo, ai sensi del D.M. 30/07/2013 e nel rispetto delle nuove linee guida SPRAR;
  4. Di assicurare, nel presentare la domanda, l’inoltro di un nuovo Piano Finanziario Preventivo, che tenga anche conto di quanto disposto dal DM 10/08/2016, che avrà validità per ognuna delle annualità previste dalla domanda di ampliamento;
  5. Dare atto che, come da riscontro a quesiti posti al servizio centrale ( Webinar febbraio 2017), “ Nel caso in cui la procedura per l’individuazione dell’ente attuatore sia ancora pendente al momento della presentazione della domanda di contributo, la domanda di contributo on-line deve essere compilata in ogni sua parte e al punto 5 del modello A- là dove vengono richiesti i dati anagrafici e le coordinate dell’ente attuatore- è necessario indicare espressamente che la procedura è ancora in corso…..”;
  6. Di dare mandato al responsabile area economico finanziaria, RUP competente per l’individuazione del soggetto attuatore, in possesso dei requisiti previsti dalle linee guida e selezionato attraverso procedura espletata nel rispetto della normativa di riferimento, D.Lgs 50/2016 e ss.mm.ii.;
  7. Di stabilire che:
    – non disponendo questo Ente di struttura/e disponibile/i da adibire all’accoglienza, il soggetto attuatore dovrà farsi carico e mettere a disposizione idoneo/i immobile/i adeguato/i ai bisogni del progetto;
    – il soggetto attuatore dovrà farsi carico della quota di cofinanziamento, corrispondente alla misura minima del 5%. Il cofinanziamento può consistere nella valorizzazione di beni, servizi o personale messi a disposizione del progetto o nella disponibilità di denaro;
  8. Di stabilire che:
    – vista la complessità delle attività e dei servizi previsti nell’ambito del progetto e delle procedure ad esso connesse, opererà un gruppo di lavoro intersettoriale, con il coinvolgimento delle aree : contratti e appalti,urbanistica, economico finanziaria;
  9. Di demandare, in esecuzione al presente atto di indirizzo, gli aspetti gestionali ai responsabili delle aree interessate: economico finanziaria, contratti e appalti, urbanistica, sulla base delle rispettive competenze allagestione all’adozione delle necessarie determinazioni all’attuative;
  10. Trasmettere per quanto di competenza, copia della presente al Prefetto di Messina; Di dichiarare il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art.12 della L.R. n. 44/1991 stante l’urgenza di attivare le necessarie procedure.
Continua a leggere altre notizie su
Capo d'Orlando