98zero

Altri 20 migranti ospitati dalla Curia

Santa Lucia del Mela – Nuovi arrivi di migranti a Santa Lucia del Mela: ad agosto erano state famiglie e donne ad essere ospitate nei locali “Calderonio”, che tra l’altro sono anche sede di una casa di riposo.

Questo nuovo gruppo di migranti invece è stato ospitato in un piano del Seminario Vescovile che si trova dentro le mura del Castello: 50 i posti letto offerti dalla struttura, oltre gli spazi comuni. Arrivati giovedì notte, si tratta di 4 nuclei famigliari, uomini donne e un bambino, per un totale di 30 persone. A dare la disponibilità alla prefettura è stata la stessa Curia di Messina, in linea con il progetto di accoglienza promosso da Papa Francesco.
Di loro si occuperà la società “Lighthouse s.r.l.” di Messina, la stessa che gestisce i migranti di “Calderonio”. Per i pasti invece ci penserà una ditta di San Filippo del Mela.
Con i migranti sono arrivate anche nuove polemiche, che poi sono le stesse che avevano animato l’arrivo di luglio a “Calderonio”: i cittadini luciesi sono, ancora una volta, divisi tra chi di accoglienza proprio non ne vuole sapere e chi invece accetta. Fatto certo è che il Comune poco centra con questo nuovo arrivo. Anzi, per cercare di mitigare questo clima, il Sindaco, Antonino Campo, che il 19 settembre incontrerà il prefetto di Messina in una riunione di coordinamento con le forze di Polizia, ha indetto una assemblea pubblica per martedì 20 nell’aula consiliare. Sarà questa un’occasione per informare la cittadinanza su come esattamente stanno le cose e dibattere sulla questione.

Continua a leggere altre notizie su
Pace del Mela