Famiglie orlandine ricevono un premio di 115 mila euro per rinvenimento reperti dopo 30 anni

Capo d’Orlando – Sembra si sia definitivamente sbloccata l’attribuzione del premio per delle famiglie orlandine in relazione al rinvenimento, diversi anni fa, di beni mobili ed immobili in Contrada Bagnoli.

Ammonta a poco più di 115 mila euro, pari ad un quarto del valore complessivo, l’importo che la Soprintendenza ai Beni Culturali di Messina aveva quantificato nel 2011 per i ritrovamenti archeologici di Contrada Bagnoli. Dopo oltre 30 anni l’Assessorato ai Beni Culturali e dell’Identità Siciliana con delibera datata lo scorso 11 settembre, ha decretato l’impegno della somma pari esattamente a 115.413,92 € alle famiglie interessate dal ritrovamento. L’intero ammontare è stato anche suddiviso dall’Assessorato ad ogni componente delle famiglie orlandine composte dagli eredi di Giuseppe Damiano.

Ci sono voluti oltre 30 anni per mettere fine a questa infinita vicenda ma, con la delibera dell’assessorato regionale di due giorni fa, sembra ormai conclusa.

Print Friendly, PDF & Email



Articoli Correlati

Close