98zero

Grande attesa a Gualtieri Sicaminò per la festa di San Nicola

Gualtieri Sicaminò – Una festa scoppiettante, fresca, sempre nuova pur affondando le sue radici in un passato fatto di storia e tradizione: stiamo parlando dei festeggiamenti in onore di San Nicola di Bari a Gualtieri Sicaminò.

Forse tra le più partecipate e apprezzate dei paesi limitrofi, la festa di San Nicola di Bari porta con sé tutto un bagaglio di riti e folklore, che si ripropongono puntuali e più attesi che mai anche quest’anno.

Un programma ricco, che ha inizio con il Gualtieri Cibus Fest, una serata all’insegna della fotografia e del buon cibo. Il 25 di Agosto invece l’attesissima Notte in festa di Gualtieri: ben 7 gli spazi dove si articola la serata. Mostre fotografiche, sfilate folkloristiche, degustazioni, concerti, danze, ginnastica, animazione per i più piccini: insomma un mix perfetto, per una serata grandiosa.

Evento clou dei festeggiamenti, sarà il concerto di Pupo che si terrà il 26 di agosto in Piazza Duomo alle ore 21.30.

Il 27 lo spazio sarà tutto riservato a Lui, San Nicola. Spari di bombe di cannone al mattino, poi la Banda cittadina con il classico giro del paese. La solenne Messa alle 11.00 mentre alle 18.30 la processione per le vie del Paese del Santo Patrono San Nicola.

Una festa, questa di Gualtieri Sicaminò, famosa anche e soprattutto per i fuochi d’artificio: inserita nella prestigiosa “Giuda Pirotecnica” a cura di Paolo Maria Urso, è l’unica festa nella provincia di Messina a farvene  parte.  La Giuda Pirotecnica ha giudicato la Festa di San Nicola di Bari come un “evento di interesse nazionale e internazionale per il quale i singoli spettacoli pirotecnici meritano di non essere persi ed il livello artistico raggiunto è tale da considerarli momenti artistici, per le elevate performance raggiunte, al limite degli sviluppi tecnici dell’arte pirotecnica attuale”:

È giunto alla IXX edizione il “Festival interregionale dei fuochi d’artificio”. Quest’anno le due ditte che si esibiranno sabato alle 24.00 saranno “L’Artificiosa” dei figli di Candia da Sassano e “Cav. Vincenzo Senatore e figli” di Cava dei Tirreni. Domenica notte invece  i “Figli Padovano” di Gaenzano di Lucania e “Cav. Girolamo Schiattarella” da Mugnano.  All’uscita del fercolo e durante tutta la processione, saranno eseguiti invece altri giochi pirotecnici proposti da ditte locali.

Fervono dunque i preparativi in vista del weekend di Gualtieri  e il Sindaco, Matteo Sciotto, esprime tutta la sua gratitudine e la sua gioia, in vista della decima (e quindi ultima) processione con la fascia tricolore. “Nove anni fa la mia vita è cambiata –ha dichiarato – sono stato eletto Sindaco di questa splendida comunità, e da allora gioie, sacrifici, delusioni e successi hanno riempito i  miei giorni più di quanto potessi immaginare, più di quanto potessi desiderare. Eppure il giorno che ricordo con maggiore emozione e limpida visione è la mia prima Festa, anzi no, la mia prima processione con la fascia di Sindaco. Un onore immenso, una gioia infinita. Forse non è ancora tempo di consuntivi, ma l’occasione è propizia per ringraziare tutti coloro che mi hanno sostenuto in questo lungo percorso amministrativo ed umano”.

Un sentimento forte quello che unisce i cittadini di Gualtieri a San Nicola, che il Sindaco conosce bene e che anche l’arciprete, D. Gianluca D’Amico sostiene e incoraggia: “È bello vedere come un intero paese si mobilita per organizzare la grande festa, ma è ancora più bello vedere come ogni anno puntuale un’intera comunità si riconosce unita attorno ad un asse principale che è il nostro Santo Patrono, vescovo potente che col suo braccio alzato e la sua guida possente indica a tutti noi suoi devoti la strada vera, la strada che porta a Cristo Signore e Salvatore”.

Continua a leggere altre notizie su
Gualtieri Sicaminò
Invia una Segnalazione