Il Consigliere Davide Miracula crea nuovo gruppo in Consiglio

Mirto – Il Consigliere di maggioranza Davide Miracula, eletto nelle elezioni comunali del Giugno 2015, ha comunicato le proprie dimissioni da componente della lista “Pace, Lavoro e Libertà” e ha manifestato l’intenzione di creare un gruppo indipendente in Consiglio Comunale.

Davide Miracula ha presentato la sua decisione con una lettera inviata al Sindaco di Mirto Maurizio Zingales, che si era imposto nelle elezioni avendo la meglio sull’avversario Carlo Leanza.

Questo il testo integrale della lettera del Consigliere Miracula:

“Con questa missiva intendo comunicare le mie dimissioni da componente della lista di maggioranza (Pace Lavoro e Libertà ) e costituire un gruppo indipendente che rappresenterò in Consiglio Comunale.

La ragione che mi spinge a prendere questa decisione è l’assoluta incapacità di ascolto da parte del Sindaco e la mancanza di condivisione e partecipazione, nelle scelte amministrative, almeno per quanto riguarda la posizione del sottoscritto. In questi tre anni ho cercato in tutti i modi di dialogare e di dare suggerimenti all’Amministrazione Comunale; ma, con tanta delusione e rammarico, devo purtroppo prendere atto che nessuna delle mie idee e suggerimenti, sono state prese in considerazione.

L’ultimo episodio riguarda l’approvazione del Bilancio, momento di fondamentale importanza nell’azione amministrativa. Tale atto è stato portato in Consiglio Comunale senza una previa riunione di maggioranza, e senza che i Consiglieri potessero esprimere un loro parere. Questo episodio è la sintesi di come si è amministrato dall’inizio del mandato fino ad ora. Proprio in materia di Bilancio comunale, ma non solo avevo suggerito all’Amministrazione ed, in primis al Sindaco, una metodologia diversa di gestire le risorse economiche di questa comunità, un modo alternativo di investimento progettuale. L’impotenza (mio malgrado) di potere dialogare con l’Amministrazione comunale è per me motivo di grande imbarazzo e disagio, soprattutto di fronte agli elettori che mi hanno dato la loro fiducia votandomi, e non sono pochi, 105. Come diceva qualcuno: “L’indifferenza è il peso morto della vita” e sbattere la testa contro un muro, è palesemente inutile.

Per questi motivi, per il rispetto dei miei elettori e di tutti i cittadini, rassegno le mie dimissioni dal gruppo di maggioranza, per portare avanti le necessità collettive in maniera del tutto autonoma e con le iniziative che riterrò più opportune, nel primario ed imprescindibile interesse generale. Nel contempo chiedo a tutti i cittadini di essermi vicini e di supporto, con suggerimenti ed idee, al fine di poter dare un nuovo input al miglioramento delle condizioni della nostra piccola comunità”.

Print Friendly, PDF & Email



Articoli Correlati

Close