La tua opinione: “Il sindaco scrive all’assessore per le concessioni demaniali, un po’ di pudore…”

Capo d’Orlando – Riceviamo e pubblichiamo nella nostra consueta rubrica “La tua opinione” lo scritto di un nostro lettore relativo alla notizia della lettera che il Sindaco Franco Ingrillì ha inviato all’assessore Regionale Croce sulla possibilità di sospendere la concessione demaniale per la realizzazione di lidi.

Di seguito la “tua opinione” di un nostro lettore:

Un poco di pudore

La Regione non rilasci altre concessioni demaniali destinate alla realizzazione di lidi balneari”.

E’ la richiesta avanzata dal Sindaco di Capo d’Orlando, Franco Ingrillì, in una lettera inviata all’Assessore regionale al territorio e ambiente.

Secondo il Sindaco Ingrillì, “la prosecuzione di questa linea da parte della Regione aggraverebbe una situazione già difficile, visto che si andrebbero ad occupare ulteriori porzioni della spiaggia che verrebbe così sottratta alla libera fruizione dei cittadini e dei turisti che, per abitudine o per scelta, amano fruire il mare senza dover necessariamente recarsi nei lidi balneari”.

Da qui la richiesta del Sindaco di Capo d’Orlando all’Assessore regionale Croce  a “riconsiderare la politica seguita nelle pratiche di rilascio delle concessioni demaniali, orientandola verso una direzione di maggiore attenzione alle esigenze dei cittadini”.

Da parte nostra – afferma il primo cittadino – vogliamo assicurare una superficie di spiaggia libera, sufficiente ed idonea per la comoda fruizione del mare da parte di tutti, già nella prossima stesura del Piano di utilizzo delle aree demaniali marittime. Ma, allo stesso tempo, fermo restando l’imprescindibile obiettivo di realizzare un organico progetto di ripascimento del litorale, chiediamo alla Regione di evitare il rilascio di nuove concessioni demaniali che abbiano come effetto quello di ridurre  ulteriormente la disponibilità di spiaggia aperta alla libera fruizione dei bagnanti”.

La richiesta del Sindaco non è peregrina, anzi, ci può stare, ha un solo punto debole, anzi debolissimo.

Il Sindaco, nella sua accorata missiva, afferma anche che “da anni, si assiste alla crescita del numero delle concessioni demaniali rilasciate dalla Regione per la realizzazione di lidi balneari e di attività connesse dirette alla fruizione del mare”.

Dimentica, però, stranamente, che tra queste, c’è anche la n. 469/2017, rilasciata il 7 giugno 2017 a Vittorio Milone, fratello del suo assessore al turismo(!) Rosario Milone.

Con un  poco di pudore e di buon senso, il Sindaco avrebbe dovuto chiedere all’Assessore regionale Croce anche il ritiro di questa concessione demaniale, oppure, prima o dopo avere scritto a Croce, avrebbe dovuto chiedere all’Assessore Milone di dimettersi, oppure dovrebbe revocargli le deleghe assessoriali poiché l’ultima concessionale demaniale rilasciata è certamente la più … indigesta per gli orlandini.

Ma nulla di tutto ciò accadrà nel paese dei (ba)locchi e dei conflitti di interesse!

 

Print Friendly, PDF & Email



Articoli Correlati

Close