Devastante incendio a Sant’Arcangelo. Squadra della forestale rimasta bloccata tra le fiamme

Piraino – Un caldo infernale ed un fumo denso ci hanno accolto in contrada Sant’Arcangelo dove, da ieri sera, divampa un pericolo incendio che questa mattina sembrava essere stato domato.

Le fiamme continuano a divampare in contrada Sant’Arcangelo, nel Comune di Piraino. Oltre 200 ettari di macchia mediterranea e culture sono andate già completamente distrutte. Una squadra del Corpo Forestale dei Nebrodi, composta da sei elementi, è rimasta bloccata tra le fiamme nella vallata interessata dal vasto incendio. Un canadair dei Vigili del Fuoco proveniente da Lamezia ha dovuto effettuare oltre cinque lanci in una zona specifica (nella foto in copertina) per cercare di liberare la strada di fuga alla squadra del Corpo Forestale.

Il Sindaco del Comune di Piraino Maurizio Ruggeri è da questa mattina impegnato, senza sosta, a coordinare le operazioni di spegnimento del vasto incendio. Impegnati Vigili del Fuoco, Protezione Civile e forze dell’ordine oltre naturalmente il Corpo Forestale.

Alcune abitazioni stanno per essere raggiunte dalle fiamme che sembrano placarsi ma all’improvviso, a causa del caldo, riprendono vigore quasi a sembrare vano l’intervento del canadair e degli uomini impegnati a terra.

Il fuoco non da tregua sui Nebrodi oggi. Già questa mattina colpite le colline di Brolo, Galati Mamertino e Tortorici. Anche il versante ovest della zona nebroidea è interessata dagli incendi come Torremuzza e Villamargi a Motta d’Affermo.

Print Friendly, PDF & Email



Articoli Correlati

Close