Contro la crisi idrica 3 mega autobotti. Gierotto “Da giorni stiamo facendo il possibile”

Capo d’Orlando – L’Amministrazione comunale orlandina da qualche giorno sta utilizzando mega cisterne per trasportare acqua nei serbatoi di diverse contrade.

Il Comune di Capo d’Orlando da qualche giorno sta utilizzando una cisterna da 30 mila litri, un’altra da 20.000, una privata (di proprietà del Sindaco) di 10.000 litri e quella comunale di circa 6 mila litri per cercare di scongiurare la crisi idrica che comunque, soprattutto in alcune contrade, da tempo è presente.

L’acqua viene depositata nei serbatoi, al momento, di contrada Scafa, frazione maggiormente colpita dalla mancanza del prezioso liquido, e San Martino. Ancora in sofferenza il serbatoio di Amola che serve gran parte della zona ovest della città ed il centro. In questi giorni l’acqua arriva con minor pressione nei piani alti del centro ed in alcune contrade periferiche potrebbe verificarsi anche la mancanza nelle ore di maggior utilizzo.

L’Assessore Gierotto commenta: “Purtroppo una serie di fattori contingenti hanno causato qualche disagio soprattutto nelle zone periferiche del paese svuotando di fatto le falde che normalmente garantiscono l’erogazione di acqua. La falda di Favara a secco è la causa principale di qualche disagio. Stiamo facendo il possibile già da qualche giorno senza proclami ma con l’intento di risolvere con i fatti l’emergenza. Abbiamo riparato le docce in spiaggia, continua Gierotto, e con le cisterne ogni giorno distribuiamo nei serbatoi comunali oltre 120 mila litri di acqua”.

Print Friendly, PDF & Email



Articoli Correlati

Close