98zero

Ricevimento di matrimonio al buio, Enel condannata per il guasto

Sicilia – Poteva sembrare un’idea originale e decisamente eccentrica quella di festeggiare il proprio matrimonio a lume di candela ma la scelta era stata dettata più dalla necessità che dalla fantasia.

E’ successo a Piana degli Albanesi, in provincia di Palermo, il 7 luglio del 2017 quando, a causa di un black out dell’Enel, i proprietari dell’agriturismo Masseria Rossella (nella foto) sono stati costretti a tirar fuori gruppo elettrogeno e candele per consentire a sposi e invitati di poter andare avanti con il banchetto di nozze tra malumore dei presenti e disperazione della sposa.

Caos e matrimonio in parte rovinato con il titolare dell’azienda agricola che, come riporta Fabio Geraci in un articolo del Giornale di Sicilia in edicola, si è affidato agli avvocati per chiedere il risarcimento a Enel Energia ed E-Distribuzione per le perdite economiche e per il danno all’immagine ed alla reputazione della masseria.

Il giudice di pace della cittadina termitana gli ha dato ragione accogliendo la tesi dei legali e condannando il gestore dell’energia elettrica al pagamento di 3.500 euro, oltre alle spese, a favore del titolare dell’agriturismo.

Continua a leggere altre notizie su
Sicilia