98zero

Da Capo d’Orlando alla Rolex Middle Sea Race. Il sogno realizzato di Mattia Spurio

Capo d’Orlando – Mattia Spurio da Capo d’Orlando alla 40esima Edition della Rolex Middle Sea Race. Un orlandino che è riuscito a realizzare un sogno: partecipare ad una delle competizioni veliche più emozionanti e famose del mondo.

La regata, che si è svolta lo scorso 19 ottobre, è stata Organizzata dal Royal Malta Yacht Club. È una delle più belle regate al mondo.

Si parte da Malta e si arriva a Malta, in un percorso che passa dallo stretto di Messina e costeggia lo Stromboli, le Egadi, Lampedusa e Pantelleria. Con un Totale di 606 miglia nautiche questa regata si caratterizza per le difficilissime condizioni meteo.

Sulla linea 115 imbarcazioni con il favoritissimo Rambler dello statunitense George David che ha dominato le ultime quattro edizioni.  Ben 23 le nazioni rappresentate nella flotta con gli italiani a guidare la classifica con 22 imbarcazioni che vanno dal trimarano Orma 60 Ad Maiora di Bruno Cardile all’Akilaria 950 di Francesco Conforto.

La Rolex Middle Sea Race è nata come risultato della rivalità sportiva tra grandi amici, Jimmy White e Alan Green, due inglesi residenti a Malta, insieme a Paul e John Ripard, due membri maltesi del Royal Malta Yacht Club. Jimmy, Alan, Paul e John finiranno per disegnare un percorso pensato per offrire una regata entusiasmante in condizioni diverse a quelle prevalenti nelle immediate vicinanze delle acque costiere maltesi.

Per l’ottava volta nella storia della Rolex Middle Sea Race il vincitore è un’imbarcazione che batte la bandiera di Malta. Si tratta del First 45 Elusive 2 della famiglia Podesta. Nessuno dei concorrenti ancora in regata, poco più di una ventina, sono nelle condizioni di fare meglio in tempo compensato di Elusive. L’ultima vittoria di una barca maltese risale al 2014.

Continua a leggere altre notizie su
Capo d'Orlando