98zero

Il porto di Tremestieri è tornato fruibile alle 14.

Messina – Stamattina si è svolto il sopralluogo che ha dato il via libera alla riapertura.

Si sono concluse le operazioni di rimozione di sabbia e detriti che nel week-end avevano causato la chiusura dell’approdo in seguito alla forte sciroccata che ha colpito la città. Ma ad ogni insabbiamento, come in un copione si segue un provvedimento di chiusura. Con il porto di Tremestieri che resta fermo al palo, così come i lavoratori, a mezzo servizio come l’approdo. Mentre i tir transitano indisturbati per la città per raggiungere gli approdi. E monta la polemica. A intervenire oggi il segretario regionale della Fast Confasl Nino di Mento, che lancia l’allarme sulla gestione dell’approdo e rilancia la proposta di trasformare l’area di Tremestieri in area di stoccaggio nei momenti in cui il porto è chiuso. Il segretario ha inoltre chiesto l’intervento del prefetto Maria Carmela Librizzi affinché venga fatta chiarezza una volta per tutte sulla gestione degli scivoli.

Come accade soprattutto quando soffia lo Scirocco l’accumulo di sabbia non permette ‘attracco e l’ Autorità di Sistema Portuale dello Stretto è costretta a chiusura il porto e dirottare i mezzi pesanti al porto storico.

Continua a leggere altre notizie su
Messina