98zero

Laccoto: “pronto a spendermi per Brolo e provincia di Messina”, De Domenico ricorrerà in appello

Brolo – Cambio nelle fila del Partito Democratico all’interno dell’Assemblea Regionale Siciliana. Giuseppe Laccoto, primo dei non eletti nella lista del PD a Messina alle ultime elezioni regionali, subentra a Francesco De Domenico, dichiarato ineleggibile.

Dopo che il Tribunale di Palermo, come stabilito della Corte Costituzionale lo scorso giugno, ha definitivamente accertato l’ineleggibilità di Francesco De Domenico che, al momento della candidatura, non si era dimesso dall’incarico di direttore generale dell’Università di Messina entro i termini previsti dalla legge, e ha, quindi, sancito la sostituzione all’Ars con Giuseppe Laccoto, arrivano le prime dichiarazioni dei due protagonisti: “Nonostante l’iter piuttosto lungo e tortuoso di questo procedimento, ho sempre avuto massima fiducia nella giustizia – commenta l’attuale sindaco di Brolo, Giuseppe Laccoto –. Sono pronto a spendermi da parlamentare regionale al servizio della comunità di Brolo, del comprensorio dei Nebrodi e dell’intera Provincia di Messina: sono tanti i temi che attendono di essere affrontati, dalla sanità alle infrastrutture ai problemi di dissesto idrogeologico”.

Non si rassegna, invece alla sentenza del Tribunale di Palermo, Francesco De Domenico, che commenta il provvedimento:”Prendo atto della sentenza del Tribunale di Palermo, e non intendo commentarla, perché ritengo che le decisioni delle istituzioni giudiziarie vadano rispettate. Tuttavia proprio nel rispetto dei valori istituzionali, nella convinzione della legittimità del mio percorso e della correttezza delle mie ragioni, proporrò appello. Ritengo che la vicenda non sia assolutamente conclusa e finché ciò non avverrà, continuerò a garantire il mio impegno al servizio dei cittadini della mia provincia sui banchi dell’ARS“.

Continua a leggere altre notizie su
Brolo