98zero

118, da dicembre i medici secondo l’Asp, dovranno svolgere esclusivamente 38 ore settimanali

Messina – Sta facendo discutere infatti la direttiva firmata dal direttore generale dell’Asp Paolo La Paglia e mandata a tutti i distretti sanitari: dal primo dicembre tutti i medici del 118 dovranno svolgere esclusivamente 38 ore settimanali, osservare il fermo di 12 ore di riposo e non dovranno più dare manforte nei pronto soccorsi degli ospedali.

“Una scelta che ha dell’inverosimile – dice uno dei medici in forza nei servizi di emergenza – rispettare le disposizioni inviate dal direttore sanitario significa non riuscire più a coprire tutti i turni con i medici sulle ambulanze. A Barcellona, per fare un esempio, questo provvedimento significa che saranno coperti coperti dai medici solo 28 turni su 60″.
La disposizione invece prevede che l’ambulanza possa uscire anche senza il medico se quest’ultimo ha completato il turno e impone di portare l’eventuale paziente al pronto soccorso più vicino.
A lanciare l’allarme è il deputato regionale del Movimento 5 Stelle, Antonio De Luca: ” La circolare dell’Asp –  stabilisce limiti alle ore di lavoro dei medici di emergenza sanitaria, che non possono superare 168 ore settimanali, cioè 14 turni. Si verificherà così che nelle postazioni che sono sotto organico non potrà essere garantita la presenza del medico 24 su 24. L’assessore della Salute, Ruggero Razza, deve  attivare in fretta le procedure per il reclutamento dei medici dell’urgenza, altrimenti si rischia seriamente di restare senza medici sulle ambulanze. Una prospettiva molto preoccupante che riguarda un servizio indispensabile per i cittadini”. 

 
Continua a leggere altre notizie su
Messina