98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

CAD Sociale presenta esposto per l’accertamento di contaminazione delle acque

Milazzo – Giuseppe Marano, Presidente dell’associazione di volontariato ambientale denominata CAD Sociale, Delegazione della Provincia di Messina Dipartimento Enti Locali, con sede a Milazzo, ha comunicato di avere presentato il novembre 2019 un Esposto Denuncia riguardo l’accertamento della Contaminazione delle acque marino – costiere della rada di Milazzo a causa di sversamenti non autorizzati ed incontrollati di prodotti idrocarburici.

“Difatti abbiamo appreso – spiega il presidente – sin dal 7 ottobre del 2019 ed anche nei giorni successivi dai vari organi di informazione dell’avvenuta ed accertata Contaminazione ambientale. La nostra associazione CAD Sociale oltre la presentazione dell’esposto Denuncia si è riservata di produrre in successive memorie le informazioni ambientali e relativa documentazione richiesta all’ARPA Sicilia, alla Capitaneria di Porto di Milazzo ed all’ISPRA sull’evento inquinamento sopra indicato”.

I legali nominati che rappresenteranno il CAD Sociale in tutto il procedimento sono l’Avv. Antonio Giardina e l’Avv. Paolo Rotelli, già impegnati in numerosi procedimenti penali per reati ambientali.

L’associazione CAD Sociale in questi anni è stata sempre in prima linea per denunciare i fatti e gli eventi di inquinamento ambientale (aria, acqua, suolo, sottosuolo, rifiuti, etc.) che interessano il territorio del Comprensorio del Mela, già Area ad Elevato Rischio di Crisi Ambientale e Sito SIN di Interesse nazionale soggetto a Bonifica e Risanamento.

Dal canto loro, prosegue la battaglia legale a tutela dell’ambiente nella Valle del Mela che vede sempre protagonisti gli avvocati Antonio Giardina e Paolo Rotelli (foto), esperti in campo civile, penale, amministrativo ed ambientale, contraddistintisi per i noti successi ottenuti negli ultimi anni. “Viene denunciato – affermano entrambi gli avvocati – lo sversanento di idrocarburi da parte di uno stabilimento dell’Agglomerato Industriale di Milazzo nelle acque marino costiere della rada di Milazzo del 7/10/19.” Gli avvocati Giardina e Rotelli hanno anche dichiarato di aver richiesto accesso alle informazioni ambientali presso ISPRA, ARPA e Capitaneria di porto.

Continua a leggere altre notizie su
Milazzo