98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Gli abitanti di Ginostra chiedono che il sentiero dove ha trovato la morte Massimo Imbesi porti il suo nome.

Isole Eolie – Una lapide per ricordare Massimo Imbesi, vittima della violenta esplosione di Stromboli dello scorso 3 luglio.  È questa la proposta che è stata avanzata dai residente di Ginostra al Sindaco di Lipari, Marco Giorgianni e al Prefetto di Messina Maria Carmela Librizzi.

Massimo Imbesi amava la sua Stromboli. Amava la natura e il suo mare. Originario di Pace del Mela, ma con il cuore milazzese, da poco aveva superato le selezioni per ufficiale di coperta. Viveva a Imperia da qualche tempo ma, da bravo giramondo quale era, appena possibile ritornava al suo mare preferito, quello di Ponente. Stromboli era il suo grande amore: quel vulcano, quella natura così incontaminata lo avevano letteralmente conquistato. Ci ritornava spesso lì. E ci è tornato anche quel maledetto 3 luglio quando insieme ad un suo amico brasiliano hanno deciso di arrivare fino in cima, lì dove, come scriveva lo stesso Massimo in un post facebook, il cielo è diverso. Quel cielo a cui è arrivato troppo presto. Quel pomeriggio l’esplosione, la pioggia di lapilli, la corsa per mettersi in salvo e quella caduta fatale.

Oggi Ginestra vuole rendere omaggio a questo ragazzo innamorato dell’isola.

Adesso la decisione ultima per l’intitolazione del sentiero spetta al Governo, in quanto ancora non sono trascorsi 10 anni dalla scomparsa del ragazzo quindi solo da Roma può arrivare il placet.

Continua a leggere altre notizie su
Isole Eolie