98zero

Finisce in pareggio Sinagra – Santangiolese

Sinagra – Carattere, orgoglio ma soprattutto un grande cuore gettato oltre l’ostacolo. L’impressione è che il Sinagra  abbia sempre tre caratteristiche importanti che trasformano la squadra di Antonio Sardo Infirri in un avversario ostico e che venderà cara la pelle soprattutto nel fortino del Barone Salleo.

Giovanni Bucale quando ha ribadito in rete un perfetto assist di Fogliani, grande è stata la gioia di tutto l’ambiente giallorosso per aver portato a casa un pari insperato e che permette ai sinagresi di mettere un ulteriore tassello sul raggiungimento dell’obiettivo salvezza. Dopo l’Acquedolci bloccata la scorsa settimana a Sant’Agata, ieri a cadere nella trappola della formazione di Antonio Sardo Infirri è stata la Santagiolese.

Un mezzo passo falso quello dei biancazzurri che cosi perdono il primato in classifica soprattutto grazie alla prova di forza, culminata con un netto successo degli acquedolcesi a Santo Stefano. In più il rischio di perdere la piazza d’onore oggi pomeriggio è grande, visto che l’Igea (nell’ipotesi che riuscisse ad espugnare il campo di Falcone) balzerebbe solitaria in seconda posizione dietro alla squadra di Pippo Perdicucci. Al di là della non vittoria, la banda di Andrea Ioppolo merita ugualmente gli applausi. Perché anche ieri si è dimostrata una squadra solida dietro, ben organizzata a centrocampo e imprevedibile davanti. Tutte componenti che fanno di un collettivo in grado di dire la sua fino alla fine e di esprimere sempre un calcio bello, armonioso e in grado di mettere in difficoltà qualunque squadra.

La rete di Agostino Tranchita maturata nella ripresa, è sembrata essere quella che poteva (in teoria) permettere ai santagiolesi di coltivare il sogno di rimanere ancorati all’Acquedolci in testa al torneo di Promozione. L’espulsione (molto contestata nel post gara dai santagiolesi) di Francesco Spinella, insieme ad una mancanza di lucidità sottoporta, ha negato ai biancazzurri  quella che sarebbe stata la terza vittoria esterna di questa stagione dopo quelle ( pesantissime) di Gangi e Castelbuono. Gli ingressi di Pizzo, Bucale e Fogliani (sponda sinagrese) sono invece sembrati quelli che hanno ridato quel brio e quella cattiveria in più al Sinagra, che in superiorità numerica ha approfittato la possibilità di schiacciare  la difesa santagiolese. Se Fogliani ha meritato l’oscar della sfortuna per la traversa colpita dopo un gran conclusione dalla distanza, il numero 14 giallorosso ha poi avuto il merito con gli interessi quando in zona cesarini confenziona la palla che Bucale deve solo allungare il piede, far secco D’Agati e far esplodere tutta la gioia sinagrese. Al di là di tutto in casa Santagiolese resta la ferma sensazione che la squadra abbia tutte le carte in regola per rimanere agganciati al treno play off fino alla fine, perché sembrano esserci tutti i presupposti, a partire da una società molto organizzata per passare ad un allenatore che ha sempre avuto un’idea di calcio fino ad arrivare a tutti i giocatori più rappresentativi che ormai conoscono benissimo quella che è una vera e propria mentalità in Promozione, acquisita dopo diversi campionati nella quale si è sempre respirata l’atmosfera di stare sempre ai vertici della classifica.

Continua a leggere altre notizie su
Sinagra