98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Il Tar dà ragione all’amministrazione comunale per il piano di riequilibrio finanziario a Librizzi

Librizzi – Il TAR di Catania, ha respinto il ricorso presentato dai consiglieri Cilona, Calabrese e Cottone, concernente l’annullamento della delibera di consiglio comunale che ha approvato il Piano di Riequilibrio finanziario predisposto dall’Amministrazione Comunale.

Con Sentenza n. 2367/2019, decidendo tanto sulla richiesta di sospensiva quanto nel merito, il Collegio giudicante ha smontato punto per punto la tesi dei ricorrenti, rilevando la totale infondatezza dei vizi lamentati e sottolineando che i  medesimi non hanno censurato il piano sul versante sostanziale, essendosi limitati ed evidenziare –  infondatamente – soltanto vizi formali, peraltro inconsistenti.

L’impudente azione di disinformazione, contrasto e mistificazione della realtà messa in atto dal gruppo consiliare di minoranza in merito al piano di riequilibrio ed alle condizioni contabili-economiche dell’Ente, culminata, appunto, con il ricorso al TAR, subisce l’ennesima smentita.

Infatti, solo poco tempo prima, era stata la Corte dei Conti a certificare l’esistenza di criticità importanti a carico del rendiconto per l’anno 2015 e del bilancio previsionale 2016/2018, quali tra le altre, la mancata o non corretta costituzione di fondi vincolati obbligatori (FCDE e FAL), lo squilibrio a chiusura d’esercizio a seguito del riaccertamento ordinario dei residui per l’anno 2014, lo sforamento del patto di stabilità eluso dichiarando la chiusura in avanzo d’amministrazione invece che in disavanzo (come accertato), la mancata adozione negli anni, nonostante le ripetute previsioni, delle misure correttive etc. e, quindi, a confermare quanto rilevato ed in parte corretto da questa amministrazione.

Oggi i giudici amministrativi, confermano in modo netto la legittimità dell’operato dell’amministrazione e del Consiglio Comunale in merito all’adozione del Piano di Riequilibrio, sancendo l’infondatezza e l’irrilevanza di quanto, invece, affermato dai consiglieri di opposizione.

L’amministrazione, sicura della legittimità delle scelte fatte, ha ritenuto di non doversi nemmeno costituire in giudizio, risparmiando costosi incarichi, ed i fatti le hanno dato ragione.

Nell’esprimere la normale soddisfazione per il risultato, augurandosi che si possa, finalmente, mettere un freno a polemiche inutili ed infondate e dedicare fattivamente il proprio tempo alla ricerca della soluzione dei problemi che assillano l’ente e la cittadinanza, non si può nascondere l’amarezza per un’azione che ancor oggi si fatica a comprendere e giustificare –commenta il primo cittadino Renato di Blasi-.

Continua a leggere altre notizie su
Librizzi