98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

VoliAmo nel Futuro interroga l’amministrazione brolese sull’allaccio “volante” di Scinà

Brolo – Continua la querelle acqua nel comune di Brolo tra l’Amministrazione Laccoto ed il gruppo consiliare d’opposizione, tra accuse, smentite ed interrogazioni consiliari circa i costi effettuati nel corso dell’estate per la realizzazione dei due nuovi pozzi comunali.

Il gruppo consiliare VoliAmo nel Futuro, nella giornata di ieri, ha presentato una interrogazione a risposta scritta, in merito all’allaccio “volante” realizzato per collegare l’acquedotto di Brolo a quello del comune di Piraino (per immettere acqua nelle nostre condotte) ed in merito ai lavori di somma urgenza per la realizzazione dei nuovi pozzi a Scinà e Malpertuso.

Il capogruppo Irene Ricciardello puntualizza a proposito:”Abbiamo anche chiesto chiarimenti sui costi di questi interventi che, sommati a quelli per l’acquisto delle pompe superano i 77mila euro, ma ai quali si dovranno ancora aggiungere i rimborsi al comune di Piraino (che ad oggi, non sembrerebbero ancora quantificati)”.

Tutto ciò mentre il consigliere d’opposizione Gaetano Scaffidi Lallaro conferma in una nota che “gli interventi al Pozzo di Scinà, sono costati alla collettività esattamente 70.846 mila euro“.L’ex vicesindaco del comune brolese, infatti, dichiara:”Pozzo di Scinà, carta canta. Avevo ragione, gli interventi in quel pozzo sono costati alla collettività esattamente 70.846 mila euro. L’assessore Nuccio Ricciardello viene totalmente smentito dalle carte“.

Continua a leggere altre notizie su
Brolo