98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Alla Nasitana il derby contro l’Umbertina

Castell’Umberto – Un derby mai in discussione. E che ha visto una padrona assoluta nell’arco dell’interi 90 minuti di gioco : la Nasitana. Con queste due premesse, si spiega benissimo la supremazia della formazione di Peppino Magistro nel derby con l’Umbertina.

I biancoazzurri con la vittoria sulla squadra di Pippo Fichera conquistano quindi la seconda affermazione stagionale in campionato e balzano a quota 8 punti in classifica. Posizione che (siamo ancora alla quarta giornata), permette ai nasitani di posizionarsi a ridosso della zona play off e di cullare qualche sogno nell’ipotesi che si ripetesse, in maniera costante e continua nell’arco dell’intera stagione, una prestazione pari a quella sfornata ieri al Merendino di Capo D’Orlando. Il bel gioco, la capacità di mettere sotto l’avversario e di creare un numero infinito di palle-gol, fanno della Nasitana una delle realtà che nel torneo di Prima Categoria può dire la sua fino alla fine. Che sarebbe stata la giornata perfetta per tutto l’ambiente nasitano lo si era già capito all’inizio della sfida.

Se Sergio Svezia è riuscito a rimediare al clamoroso errore di Giorgio Lionetto grazie ad una prodezza che ha negato la rete a Fakhreddine, il vantaggio nasitano si è però materializzato nel successivo calcio d’angolo. Sul corner battuto da Vito Pratico, Lorenzo Curasi si faceva trovare appostato al centro dell’area di rigore umbertina per battere l’estremo difensore pattese e indirizzare la contesa dalla parte della formazione di Peppino Magistro. L’1-0 permette quindi alla Nasitana di sbloccarsi dal punto di vista mentale e sul finire del primo tempo, creava tutti i presupposti per il raddoppio. Che maturava grazie ad una discesa di Alex Tuccio, che dalla destra confezionava un perfetto assist che Domenico Chillari doveva solo spingere in rete. Nella ripresa con i biancazzurri avanti di due reti, la sfida diventava una pura accademia per i nasitani, che creavano tutti i presupposti per realizzare altre tre reti nel giro di pochi minuti e arrotondare il punteggio finale.

La rete di Alex Tuccio, insieme alla doppietta personale di Fabio Salpietro rendevano una pura formalità la parte del derby tra Nasitana ed Umbertina e permetteva a Peppino Magistro di dare spazio (grazie alla regola dei 5 cambi) a chi si trovava in panchina e renderlo partecipe della vittoria sugli umbertini. Peccato però che si sia ripetuto il calo di tensione avvenuto con il Rodi Milici, come dimostra la doppietta personale di Elia Scaffidi. Nel prima rete l’ex Orlandina è abilissimo a farsi appostato all’interno dell’area di rigore nasitana, a ribadire di testa e in rete il calcio d’angolo battuto dal neo acquisto di Gianluca Lo Re. Nella seconda rete ha avuto il merito di concretizzare nel migliore dei modi l’assist sfornatogli da Salvo Montalbano e a battere Bontempo dopo averlo disorientato con un dribbling. Inoltre in una sfida calda e sentita, non sono nemmeno mancate i cartellini rossi, simbolo evidente di una sfida dove è facile che possano anche saltare i nervi in qualche momento della sfida.

La doppia ammonizione in casa Nasitana, comminata prima a Mohamed e successivamente a Pedalina (controbilanciata da quella in casa Umbertina a Giuseppe Foti), hanno reso la sfida più bella dal punto di vista agonistico ma non ha annullato la differenza tecnica tra le due squadre. A posteriori l’impressione è se la Nasitana avrà nella spina dorsale Fazio-Curasi-Pratico-Salpietro, una componente importante per un ottimo campionato, in casa Umbertina la sensazione è che si debba trovare ancora una giusta quadratura del cerchio per poter pensare di coltivare la possibilità di permanenza in Prima Categoria. Nel reparto arretrato la perdita di Vincenzo Musarra (complice un brutto infortunio rimediato con lo Stefano Catania) che lo terrà fuori per un bel periodo di stagione, ha (probabilmente) privato la squadra dell’elemento con più esperienza in organico. La prima di Lo Re in maglia rossonera (gettato subito dall’inizio da Pippo Fichera),ha permesso al ragazzo di iniziare a prendere confidenza con l’ambiente rossonero e con i meccanismi di gioco della squadra. Da qui a dicembre, l’impressione è che in casa umbertina ci sarà da soffrire per portare a casa dei punti pesanti in ottica salvezza. Dopodichè spetterà a Christian Magistro operare nella sessione invernale di mercato per portare a Castell’Umberto degli elementi esperti, collaudati, di categoria e che potranno e (dovranno) fare al caso dell’Umbertina.

Continua a leggere altre notizie su
Castell'Umberto