98zero

Sette condanne e due assoluzioni al processo per la morte del dipendente di MessinaAmbiente

Messina – Chiuso in primo grado con sette condanne e due assoluzioni il processo per la morte dell’operaio di MessinAmbiente Antonino Tomasello, morto dopo essere precipitato nel torrente Pace con la spazzatrice sui cui si trovava il 3 luglio del 2014.

A decidere è stata la seconda sezione penale del Tribunale che ha assolto ha Alessio Ciacci, che era commissario di MessinAmbiente e Filippo Marguccio, responsabile dell’autocentro. Condannati invece a 8 mesi Natale Cucè, che all’epoca dei fatti era responsabile del servizio prevenzione e protezione, il direttore tecnico Antonino Miloro, l’ex liquidatore Armando Di Maria, Pietro Arrigo, Roberto Lisi e Cesare Sindoni, addetti al servizio di prevenzione e protezione, e il dirigente responsabile del settore servizi Claudio Sindoni.

Il sostituto procuratore Antonio Carchietti aveva chiesto la condanna a 2 anni e sei mesi per tutti. Antonino Tomasello, il 3 luglio 2014, mentre affrontava il lungo rettilineo in discesa che porta al torrente Pace, perse il controllo del mezzo che andò a destra e dopo avere superato il marciapiede e le aiuole che costeggiano la fiumara, sfondò la ringhiera metallica a protezione del letto del torrente e precipitò con il mezzo nel greto. Inutili i soccorsi per Tamasello.

Continua a leggere altre notizie su
Messina