98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

“Brolo prende acqua da Piraino”. Interrogazione di Scaffidi

Brolo – Si arricchisce di un nuovo capitolo, tutto da verificare, la querelle relativa all’erogazione idrica  su tutto il territorio comunale di Brolo. “Dopo aver speso 70.000 euro fra pompe varie e scavi del pozzo nuovo di contrada Scinà, si è scoperto che da settimane il comune di Brolo attinge acqua dal civico acquedotto del Comune di Piraino. Il tutto tenendo all’oscuro cittadini, consiglio comunale e autorità preposte”. Lo afferma, in una nota, l’ex vice sindaco ed, ora, consigliere di minoranza, Gaetano Scaffidi Lallaro, che ha presentato una interrogazione al primo cittadino Giuseppe Laccoto.

Di seguito il testo della nota di Gaetano Scaffidi Lallaro:

“Dopo aver speso qualcosa come 70.000 euro fra pompe varie e scavi del pozzo nuovo di contrada Scinà, si è scoperto che da settimane il comune di Brolo attinge acqua dal civico acquedotto del Comune di Piraino. Il tutto tenendo all’oscuro cittadini, consiglio comunale e autorità preposte.

Infatti come si può evincere chiaramente dalle foto che il sottoscritto ha scattato questa mattina, il Comune di Piraino sta fornendo acqua, mediante un sistema improvvisato, al nostro pozzo di Scinà. Siamo veramente alle comiche, considerando la spesa sostenuta per questo nuovo pozzo. Sorvolando sulla gestione dell’intervento meno trasparente nella storia della pubblica amministrazione, è  evidente la totale incapacità gestionale ed amministrativa della cosa pubblica da parte dell’esecutivo Laccoto. Il sindaco farebbe bene a chiarire le circostanze che hanno portato a questa incredibile necessità.

Ho presentato oggi una interrogazione chiedendo in particolare di sapere:

1) Per quale motivo si è reso necessario attingere acqua dal civico acquedotto del Comune di Piraino?

2) Da quanto tempo viene attinta acqua dalla rete idrica di Piraino?

3) Con quale atto pubblico è stato previsto tale accordo? E chi lo ha eventualmente sottoscritto? In caso di positivo riscontro si chiedo già da adesso eventuale copia della relativa documentazione.

4) Se sono state riscontrate delle anomalie nella falda acquifera del nuovo pozzo ed a quanto ammonta la portata in litri al minuto di tale falda?

5) Se tale operazione tecnica è stata comunicata all’Asp di Messina competente e con quale atto eventualmente è stata fatta?

6) Se  l’allaccio alla rete idrica di Piraino comporta ulteriori costi ed eventualmente a quanto ammontano, in termini di consumo di luce e di manutenzione degli impianti”.

Continua a leggere altre notizie su
Brolo