98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Piano Paesaggistico di Ambito 9: manca ancora la firma di Musumeci. Le reazioni

Valle del Mela – Sembra una corsa contro il tempo quella per la riadozione del Piano Paesaggistico della Valle del Mela. Ed in effetti lo è: i fatti raccontano che sei mesi fa una sentenza del TAR di Catania ha ordinato la ripetizione della procedura per un vizio formale durante la prima fase di adozione. Caso contrario a partire dal 27 di Ottobre la Valle del Mela sarebbe stata senza un Piano Paesaggistico. Manca quindi pochissimo allo scadere dei tempi imposti dal TAR di Catania e proprio questo orologio a tic tac fa saltare dalle sedie gli ambientalisti della Valle e il Movimento 5 Stelle.

Perché? Perché il Piano Paesaggistico (in questo caso di ambito 9) è quello strumento di programmazione e tutela del territorio che diventa indispensabile in un territorio come la Valle del Mela, martoriato dal punto di vista ambientale.  In poche parole si tratta di un piano urbanistico-territoriale, che viene redatto dalla Regione insieme al Ministero per i Beni e le Attività Culturali, e che si pone come obiettivo la tutela, la conservazione e la valorizzazione del territorio.

Se da una parte c’è il governo Musumeci che invita tutti a stare tranquilli e rassicura che entro la data di scadenza il Piano verrà sottoscritto, dall’altra ci sono ambientalisti e Movimento 5 Stelle che incitano ad accorciare i tempi. L’onorevole pentastellata Valentina Zafarana è intervenuta sulla questione: “A distanza di quasi sei mesi, e a meno di tre settimane dalla scadenza, però, il presidente Musumeci, che ancora non ha nominato un assessore ai Beni Culturali dopo il compianto Sebastiano Tusa, non ha ritenuto di riadottare il piano, pur dopo aver ricevuto parere positivo dall’Osservatorio Regionale per la Qualità del Paesaggio.- ha dichiarato- Non sappiamo cosa stia aspettando Musumeci, ma sappiamo per certo che se non concluderà la procedura entro il 27, tutti i vincoli a salvaguarda di ambiente e paesaggio decadranno, lasciando campo libero a qualsiasi tipo di iniziativa, anche speculativa, o inquinante. Musumeci vuole questo? Lo dica chiaramente e si prenda le sue responsabilità.”

La questione è arrivata anche al Governo Nazionale, grazie all’intervento della Senatrice Barbara Floridia. Lei, da sempre molto attenta ai problemi della Valle del Mela, già a luglio aveva sollevato la questione: “Ho ribadito in Senato, dopo averlo già fatto lo scorso Luglio, -dichiara la Senatrice a 5 Stelle- l’importanza del Piano Paesaggistico (Ambito 9) che il Presidente della Regione, Musumeci non ha ancora provveduto a sanare. Il termine scade il 27 Ottobre 2019 ed è uno strumento importante per la Valle del Mela (ME).
Inoltre ho detto che è gravissimo che in Regione non si trovino i documenti necessari per accedere ai finanziamenti per il risanamento delle aree SIN di Milazzo, Priolo e Gela.

Anche gli ambientalisti, con una nota congiunta, hanno detto la loro, invitando il Presidente della Regione Sicilia a firmare al più presto il Piano: “ Cos’altro serve – dichiarano in una nota-  al Presidente Musumeci, che, siamo sicuri, comprende e conosce la gravità della situazione sociale e sanitaria, per sanare o ri-adottare correttamente il piano paesaggistico? Perché aspettare l’ultimo giorno, quando nella Valle del Mela sono in tanti che a causa dell’inquinamento ormai i giorni li hanno contati?”

Adesso si attende solo la firma del governo regionale.

Continua a leggere altre notizie su
Valle del Mela