98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Sono 34 le case isolate a San Michele dopo il temporale di ieri

Messina – Le forti piogge che ieri si sono abbattute su Messina hanno trasformato le strade in lagune e i torrenti hanno mostrato quanto possono essere pericolosi.

Quanto fragile sia il territorio che si sgretola sotto la pioggia. Superlavoro per i vigili del fuoco i cui centralini non hanno smesso di suonare.

Tanta paura per gli abitanti di San Michele dove il torrente si è trasformato in un fiume di fango che ha isolato in casa o bloccato nelle auto i residenti mentre tentavano di tornare alle proprie abitazioni. Trentaquattro le case che sono al momento isolate.

«Parlo a nome di tutti i residenti – spiega Lorena Fulco, consigliere della quinta circoscrizione- oggi abbiamo temuto per le nostre vite. Non si può andare avanti così. La soluzione va trovata e stavolta deve essere definitiva».

«Ringrazio i vigili del fuoco che sono arrivati tre minuti dopo la mia richiesta di intervento. Così come la protezione civile allertata dall’assessore Massimo Minutoli che si è subito attivato».

L’intervento dei vigili del fuoco ha evitato che tutte le auto parcheggiate sul greto della fiumara venissero trascinate via. Sei quelle che sono state trasportate a valle dal fiume di fango, quattro quelle recuperate da pompieri e protezione civile. Ma il fiume di fango ha creato anche problemi nelle case invadendo gli ingressi di alcune abitazioni che si trovano al piano terra, «compresa la mia» conclude la Fulco «non si può vivere così».

Continua a leggere altre notizie su
Messina