98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Buona la prima per la Sfarandina, Treesse al tappeto

Castell’Umberto – Buona la prima. Per iniziare subito con il piede giusto. Ed approcciare nel migliore dei modi la nuova stagione. La Sfarandina nel 3-0 rifilato alla Treesse Brolo, conquista la prima vittoria stagionale che le permette di ipotecare la qualificazione al secondo turno della Coppa Sicilia.

Un risultato che sicuramente permetterà alla formazione di Pippo Squadrito di presentarsi il 9 Ottobre a Brolo con il favore del pronostico per quanto riguarda il passaggio del turno. Ciò non toglie però che occorre almeno mettere a segno una rete per sigillare definitivamente la qualificazione.

Al di là di tutto questo, l’esordio stagionale di ieri a Castell’Umberto, è servito a biancorossi per avere delle risposte da una squadra che in estate ha subito una rivoluzione nel parco giocatori ed è stata affidata a Pippo Squatrito (che ha assunto le veci di allenatore al posto di Antonio Reale). Vero è che in base al risultato il primo esame di maturità è stato pienamente superato, al tempo stesso la caratura dell’avversario di fronte non era certo di primissimo livello visto che di fronte vi era una Treesse largamente dimessa, ridotta numericamente negli uomini, che ha (probalbilmente) preso la gara di ieri come un allenamento e con la testa già al debutto in Prima Categoria di domenica.

Che sarebbe stata la giornata perfetta della Sfarandina lo si era capito subito dopo pochi minuti. In tal senso, era infatti Mirko Faustino a portare in vantaggio i biancorossi quando sugli sviluppi di un calcio d’angolo il centrale sfarandino si faceva trovare pronto, nel bel mezzo dell’area di rigore brolese, ad insaccare alle spalle del portiere dell’avversario. Una rete importante quella realizzata da Faustino, che segna probabilmente la fine di un incubo di un giocatore importante ed fondamentale nel reparto arretrato sfarandino e permetterà alla Sfarandina, nel corso della stagione di ritrovare una pedina importante del suo scacchiere. Faustino che in coppia con Mantegna, ha dato l’impressione di non far rimpiangere (almeno ieri) la perdita della coppia centrale difensiva della scorsa stagione formata da Anfuso-Mangano.

Se Faustino ha provveduto ad incanalare le sorti della partita dalla parte dei biancorossi, ci ha invece pensato Giacomo Galati Rando a confezionare il raddoppio sfarandino. Sugli sviluppi di una punizione di Ciccio Mignacca, l’ex Nasitana era infatti abile ribadire di testa il perfetto traversone scoccato dalla destra dal numero 10 e capitano dei biancorossi. Con il 2-0 e la partita in cassaforte, per la formazione di Pippo Squatrito la sfida con i brolesi diventa un surplace, fatto di numerosi occasioni da rete create dai suoi elementi offensivi ma non concretizzate. Fino a quando Giovanni Cipriano decideva di mettere il punto esclamativo sulla sfida con la rete del 3-0, quando concretizzava nel migliore dei modi un perfetto assist dalla destra di Galati Rando.

Archiviata la pratica Treesse, da oggi l’attenzione del clan biancorosso sarà concentrato sul nuovo esordio nel Torneo di Prima Categoria. La sfida di domenica a Rosmarino, rappresenterà forse la prima prova verità per diverse ragioni importanti. Perché i biancorossi andranno a fare visita su un campo difficile, al cospetto di una neopromossa (tramite ripescaggio)   e di una squadra che vuole (assolutamente) riscattare lo 0-5 interno subito ieri con il San Fratello.

Continua a leggere altre notizie su
Castell'Umberto