98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Laccoto dopo quattro mesi di Amministrazione: “Fatto quanto promesso di fare in un anno”

Brolo – Nella conferenza stampa, convocata ieri presso la sede comunale di Brolo, il Sindaco Giuseppe Laccoto ha voluto fare un resoconto di questi primi quattro mesi della sua Amministrazione, dichiarando “che la conferenza stampa è stata indetta proprio per chiarire alcuni aspetti che ultimamente sono stati deformati dall’ informazione parziale e strumentale da parte dei consiglieri di minoranza”. 

Nel corso dell’incontro con i giornalisti, durato ben 42 minuti,  erano presenti anche gli assessori della sua Giunta, che il primo cittadino ha voluto elogiare pubblicamente per il lavoro fin qui svolto e per l’unità d’intenti nell’azione amministrativa.

Poi, il Sindaco ha parlato dettagliatamente della emergenza  idrica a Brolo, e facendo una breve cronostoria dell’ultimo periodo e parlando dei problemi che si sono riscontrati nei pozzi di Scinà e Malpertuso, ha rassicurato tutti sulla potabilità dell’acqua, confermata dalle ultime analisi batteriologiche e chimiche.

Successivamente ha parlato dei finanziamenti “persi” del Patto per il Sud; Giuseppe Laccoto ha replicato alle accuse della minoranza consiliare sul mancato finanziamento degli interventi di consolidamento della contrada Iannello e del Borgo Murato. I finanziamenti – per il Sindaco – delle opere perse non sono da imputare a mancanze dell’attuale amministrazione, infatti,  “i rappresentanti della passata Amministrazione parlano solo dei fondi per il consolidamento di Iannello e del Borgo Murato, ma nulla dicono dell’altro finanziamento riguardante il recupero ambientale del Torrente Pozzo che, invece, è stato perso nel luglio del 2017 e che era di gran lunga quello più importante tra i tre inseriti in graduatoria, in quanto avrebbe eliminato il rischio di esondazione per una vasta area urbana del nostro Comune. Un finanziamento perso per evidente incapacità amministrativa e la cui responsabilità, oggi, con sfrontatezza, si vuole ribaltare su questa Amministrazione”.

L’attuale Sindaco si è detto certo che non tutto è andato perso, infatti ha avuto rassicurazioni da Palermo, che presentando un progetto, nel minor tempo possibile, per il torrente Pozzo,  il finanziamento per l’opera più importante dei tre progetti (circa 7 milioni di €) potrà essere recuperato; ed ha rassicurato che a giorni verrà presentato l’aggiornamento del progetto.

Brevemente, ha parlato anche dei bilanci, annunciando che appena verrà approvato il bilancio consuntivo la prossima settimana, potrà essere avviata – entro ottobre – la stabilizzazione dei precari di Brolo, dell’imminente agibilità della palestra comunale, della passata estate brolese, della sistemazione di quella casa fatiscente sulla via Nazionale di Brolo, definita dallo stesso Laccoto “un obbrobrio”, e di come vi sia la volontà di aprire al più presto il cinema comunale.

Un ultimo accenno alla scuola, per parlare del rimborso del trasporto extraurbano degli alunni, e dell’assistenza igienico sanitaria e alla comunicazione agli alunni disabili per tutto l’anno scolastico, che nonostante ciò ha comportato un  notevole risparmio  per la cittadinanza di Brolo.

Continua a leggere altre notizie su
Brolo