98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

L’Igea 1946 prepara l’esordio in campionato e presenta anche le nuove maglie

Barcellona – Fiorello Vive anche nelle nuove maglie dell’Igea 1946. La prima, a strisce giallorosse, porta lo stemma in mezzo al petto e la scritta che ricorda lo storico magazzieniere igeano al quale tutta la città era ed è rimasta molto legata.

Intanto si prepara l’esordio nel campionato di Promozione. Al D’alcontres – Barone sarà ospite la Stefanese. Il direttore dell’area tecnica, Massimo Italiano, conferma la grande voglia di riscatto dei giallorossi dopo l’eliminazione al primo turno di Coppa Italia: “E’ innegabile che qualche strascico è rimasto, ma ormai bisogna guardare avanti perché incombe l’esordio in campionato e dobbiamo partire col piede giusto. Sulla carta il calendario nelle prime giornate è in discesa, ma dovremo essere consapevoli che contro di noi qualsiasi avversario farà la partita della vita”.

Contro la Stefanese sarà una gara tosta:  “E’ una neopromossa guidata da un tecnico giovane e preparato. Mi aspetto un avversario che proverà a chiudere gli spazi per ripartire in contropiede. Dovremo esser bravi a sbloccarla senza farci prendere dall’ansia di segnare subito”.

Massimo Italiano confida in una buona risposta del pubblico igeano: “Già in Coppa abbiamo registrato una presenza di tifosi sugli spalti incoraggiante. Oltre 500 persone per un trentaduesimo di Coppa Italia di Promozione non si vedono facilmente. Spero che pian piano la tifoseria si innamori di questa squadra, ma ovviamente toccherà a noi fare da traino sui tifosi più tiepidi o scettici”. L’uomo decisivo domenica? Italiano non ha dubbi: “Spero sia Paludetti. Deve ancora trovare la migliore condizione, ma il suo valore non si discute. Per noi è un valore aggiunto, mi auguro che già da domenica possa essere decisivo come lui sa essere”.

Continua a leggere altre notizie su
Barcellona