98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Decreto ingiuntivo provvisorio per il Comune di oltre 2 milioni e 400 mila euro richiesto dalla Multiecoplast

Capo d’Orlando – Il giudice del tribunale ordinario di Patti ha emesso, lo scorso 9 agosto, un decreto ingiuntivo al Comune paladino, in persona del Sindaco Pro Tempore, ingiungendo a pagare alla Multiecoplast, senza dilazione, la somma di Euro 2.403.887,27 oltre le spese di procedura di 870,00€ e spese generali di 9.195,00 €.

Il Giudice Rosalia Russo Femminella ha autorizzato l’esecuzione provvisoria del decreto ingiuntivo in mancanza di pagamento ed avverte che eventuali opposizioni da parte del Comune di Capo d’Orlando dovranno essere presentate entro 40 giorni dalla notifica del decreto.

Finisce dunque nelle aule del Tribunale di Patti la vertenza tra la Multiecoplast ed il Comune di Capo d’Orlando. L’avvocato Maria Grazia Cipitì, difensore della società che gestisce la raccolta dei rifiuti a Capo d’Orlando, ha inoltrato al Tribunale di Patti, a fine luglio, la richiesta della concessione della provvisoria esecutività di un decreto ingiuntivo per “pagare immediatamente, senza dilazione, alla Multiecoplast, la somma complessiva di 2.403.887,00 €, oltre IVA come per legge, oltre agli interessi di mora dovuti ex lege nella misura e con la decorrenza di cui al decreto legislativo 09.10.2002 n. 231, ed oltre spese, competenze ed onorari del presente procedimento”. Il Giudice ha autorizzato la richiesta lo scorso 9 agosto.

Nessun accordo, nessuna transazione al momento ma un vero e proprio muro contro muro tra Amministrazione Comunale e Società a capo dell’ATI che gestisce il servizio di raccolta rifiuti. Adesso si combatterà in tribunale con ulteriori spese per una vertenza che, di sicuro, a meno di accordi, durerà a lungo.

Continua a leggere altre notizie su
Capo d'Orlando