98zero
Corte Schippi Ristorante provincia di messina

Rivoluzione idrica, nelle contrade Monte e Nocilla addio alla schiavitù da autobotte

Patti – In dirittura di arrivo i lavori che consentiranno di portare l’acqua corrente nelle contrade Monte e Nocilla.

Fornire di acqua corrente tutte le frazioni del territorio pattese, liberando centinaia di utenze dalla “schiavitù” delle autobotti, è uno degli obiettivi che l’amministrazione in carica si era prefissata sin dal suo insediamento. In questi anni la “rivoluzione idrica”, annunciata dall’esecutivo Aquino già nel 2012, ha senza dubbio registrato risultati significativi, nonostante le oggettive difficoltà economiche a cui l’ente di Palazzo dell’Aquila deve puntualmente far fronte.

Dopo i lunghi e complessi  interventi a Pizzo dell’Uovo, Piano Vastelli e Moreri, sta per chiudersi il cerchio anche sui lavori di realizzazione della nuova rete idrica destinata a servire le contrade Monte e Nocilla. «Abbiamo già realizzato quattrocento metri di nuova condotta ed entro venti giorni termineremo i restanti cinquecento metri che collegheranno le tubazioni all’acquedotto della frazione Sorrentini, in modo da servire, a cascata, tutte le utenze delle due contrade». Lo ha annunciato il vicesindaco Alessia Bonanno, secondo cui la nuova opera infrastrutturale libererà ben 50 famiglie dalla trentennale dipendenza dalle autobotti, procurando, contestualmente, parecchi risparmi all’ente di piazza Scaffidi. La nuova rete idrica verrà collegata ad un pozzo trivellato di recente nella frazione Sorrentini dopo una variante in corso d’opera resasi necessaria a causa dell’indisponibilità, manifestata dal comune di Montagnareale (che attualmente ha già in carico diverse utenze pattesi), a garantire l’alimentazione di ulteriori 50 utenze con risorse idriche proprie. Le somme utili ai lavori di realizzazione della nuova rete ammontano a circa 150 mila euro ed erano state impegnate già nel 2015 dopo l’approvazione del progetto esecutivo redatto dall’ingegnere Nicola Maurizio Molica. «L’intervento – ha spiegato il vicesindaco – fa parte di un impegno preso in sede di approvazione del bilancio 2014 e prevede anche la realizzazione di una nuova condotta fognaria».

L’acquedotto delle frazioni torna, dunque, al centro dell’agenda politica locale. L’intervento di realizzazione della nuova condotta a servizio delle contrade Monte e Nocilla fa il paio, infatti, con i recenti lavori di ristrutturazione e rifacimento della rete idrica  interna, che attraversa le frazioni situate a est del torrente Timeto. Già completati i primi due stralci attraverso  la realizzazione di una condotta di circa 3 km dal serbatoio di Pizzo dell’Uovo a quello di contrada Moreri, il ripristino del serbatoio di contrada Iuculano e il suo collegamento con il pozzo scavato nel 2012. Per il terzo e ultimo step serviranno, a conti fatti, circa 740mila euro. L’obiettivo finale è di portare l’acqua corrente nelle abitazioni attraverso il ripristino delle condotte di Madoro e Scarpiglia e la realizzazione ex novo di due linee a Masseria e Moreri.

Continua a leggere altre notizie su
Patti